Modalità di convocazione supplenze personale docente e ATA

Supplenze da graduatorie di istituto per l’anno scolastico 2021/22, un aspetto interessante è rappresentato dalla possibilità di lasciare una supplenza breve per un’altra che termina alla fine delle lezioni

Supplenze brevi e fino al termine delle lezioni da graduatorie di istituto 2021/22 

L’Ordinanza Ministeriale N. 60/2020 ha cambiato la precedente disciplina: infatti, sino all’anno scolastico 2019/20, in forza dell’articolo 8 comma 2 del DM 131/07, era consentita la risoluzione anticipata del proprio rapporto di lavoro per accettare un altro incarico di durata sino al termine delle lezioni od oltre.

La suddetta OM ha previsto tre tipologie di supplenze, quelle annuali (al 31 agosto), quelle sino al termine delle attività didattiche (al 30 giugno) e quelle temporanee, per ogni altra necessità diversa dalle altre due tipologie di supplenze. 

Cosa dice l’OM 60/2020 sulle supplenze fino al termine delle lezioni

L’attuale normativa distingue le supplenze sino al termine delle lezioni dalle supplenze sino al 31 agosto o al 30 giugno. Per effetto della nuova disciplina introdotta dall’OM 60/2020, pertanto, un docente non potrà più lasciare una supplenza breve conferita da graduatoria di istituto per un’altra supplenza fino al termine delle lezioni


Giova, invece, ricordare che un docente potrà sempre lasciare una supplenza attribuita da graduatorie di istituto (quindi anche quelle relative al cosiddetto ‘organico Covid’) per un altro incarico da Graduatorie ad Esaurimento (GAE) o da Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS) al 30 giugno e al 31 agosto e, in subordine, dalle graduatorie di istituto, ugualmente, sino al 31 agosto e al 30 giugno.