Concorsi Scuola 2021/22, in autunno le prove: ecco quali e quanti sono
Concorsi Scuola 2021/22, in autunno le prove: ecco quali e quanti sono

La tematica che riguarda il reclutamento nel mondo della scuola relativamente al personale docente di ogni ordine e grado tiene banco in questi giorni di metà settembre. Vediamo di fare dunque il punto della situazione a proposito dei tanti Concorsi disponibili da qui a qualche mese, sia per chi già ha svolto negli anni questo ruolo (supplente), sia per chi invece si approccia per la prima volta a svolgerlo.

Tante possibili opportunità per il reclutamento dei neo insegnanti

Sono tante le possibilità per chi vuole insegnare: ecco le varie opportunità a partire dal prossimo autunno per i futuri formatori di questo Paese.

Dal punto di vista normativo il Decreto Sostegni Bis ha fornito la chiave di volta per l’espletamento di numerosi bandi che per l’onore del vero erano già stati varati l’anno scorso, ma che per l’effetto della pandemia da Covid-19 sono stati forzosamente stoppati. Altri, invece, già sono stati delineati ed altri ancora sono in corso di svolgimento. Ma facciamo un po’ di chiarezza su questo argomento, cercando di elencare la tipologia di prove concorsuali che a breve dovranno partire.

Reclutamento tramite Concorsi: si comincia dal prossimo autunno

Ecco di seguito i vari bandi di concorso per docenti e insegnanti:

Concorso ordinario infanzia e primaria

Questo concorso è stato autorizzato mediante il Decreto n. 498 del 21 aprile 2020 e ancora nessuna prova si è espletata. Il 31 Luglio 2020 è stata la data ultima di presentazione delle domande. I posti autorizzati sono in tutto 12.863. Per gli effetti del DL Brunetta e del DL Decreto Sostegni bis sono state snellite le procedure: è stata annullata la prova preselettiva, ci sarà una sola prova scritta e una orale, inoltre verranno valutati i titoli posseduti dai candidati.

Concorso ordinario secondaria I e II grado (STEM) attualmente in corso di svolgimento per il reclutamento

Questo bando è stato predisposto e approvato mediante il DM n. 201 del 20 aprile 2020. Anche per questo concorso le istanze sono state presentate entro il 31 luglio 2020. Attualmente però le prove concorsuali sono in corso di svolgimento. Sono previste sia prove scritte che orali (Prove semplificate). Le classi di concorso che hanno potuto accedervi sono quelle scientifiche e tecnologiche, tra queste: l’A20 Fisica, l’A26 Matematica, l’A27 Matematica e fisica, l’A28 matematica e Scienze e l’A41 Scienze e tecnologie informatiche.

Nuovo concorso ordinario STEM

Si, proprio così. In verità si tratta di una nuova procedura del tutto uguale ai concorsi STEM attualmente in fase di svolgimento, ma che, da quanto dichiarato in queste ultime ore dal ministro Bianchi, dovrebbero entrare a regime ogni anno a partire dal prossimo anno. Si è in attesa di un nuovo Bando con le nuove e future iscrizioni. Le discipline coinvolte saranno uguali alle precedenti.

Concorso straordinario abilitante

Tale concorso è stato istituito l’anno scorso attraverso il DD n. 497 del 21 aprile 2020. Il bando è rivolto ai docenti con tre annualità di servizio svolte tra l’anno scolastico 2008/09 e il 2019/20 nelle scuole statali, paritarie o IeFP. Nonostante l’invio delle domande sia scaduto in data 15 luglio 2020, nessuna prova finora è stata svolta. La procedura è considerata di fatto ‘straordinaria’ in quanto la partecipazione fornisce a tutti i candidati l’abilitazione all’insegnamento, per la scuola secondaria di I Grado e II Grado. Le prove scritte, della durata di un’ora, saranno in modalità computer based con 60 domande a risposta multipla.

Nuovo concorso straordinario

L’ultimo in ordine cronologico ma non meno importante dei precedenti. Il bando è stato previsto attraverso il Decreto Sostegni bis ed è riservato ai posti che rimarranno vacanti dopo le immissioni in ruolo (fase ordinaria e straordinaria dalle GPS) per l’anno scolastico 2021/22. Secondo quanto emendato il concorso in oggetto dovrà essere avviato entro il 31 dicembre 2021. Per questo motivo, dunque, ancora non si conoscono le classi di concorso specifiche. Come il precedente, questo concorso è riservato ai docenti che abbiano prestato servizio per tre anni non consecutivi negli ultimi cinque. Il bando prevederà una prova disciplinare, superata la quale vi sarà un percorso formativo didattico con prova finale che darà diritto alla tanto agognata assunzione a tempo indeterminato a partire dall’anno scolastico 2022/2023.