pensioni anticipate 2021
Pensioni anticipate

L’accesso alla pensione anticipata tramite Ape sociale potrebbe essere estesa anche a maestri della scuola primaria e collaboratori scolastici. Nel nuovo elenco dei lavori usuranti, con possibilità di pensionamento a 63 anni, oltre ai docenti dell’infanzia e agli educatori degli asili nido, dovrebbero essere inclusi anche i docenti della scuola primaria e i CS. E il resto del personale della scuola?

Pensione anticipata: discriminazione fra il personale della scuola

Nessun anticipo pensionistico, almeno nei progetti attuali, per i docenti della scuola secondaria di I e II grado, per gli assistenti amministrativi, i tecnici, gli educatori e tutte le altre figure professionali del mondo della scuola. Loro dovranno attendere i 67 anni, oppure avere 42 anni di contributi versati. Vedremo cosa dice il Parlamento.

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, fa notare che il lavoro all’interno di un istituto scolastico è tutto usurante. All’estero, è già emerso che tutto i lavoratori della scuola sono vittime del burnout. Per questo chiede che l’Ape Social venga allargata a tutti i docenti e Ata.

Lavoro usurante e pensione per tutti

Quindi, il sindacato si chiede come mai questa differenza tra insegnanti della scuola primaria e secondaria, o collaboratori scolastici e assistenti amministrativi.

Perché lo svolgimento di attività analoghe, viene interpretato diversamente da un punto di vista dello stress e del burnout che ne deriva? Perché non si considera il lavoro di un amministrativo, sottoposto a turni di lavoro e mansioni sempre più probanti, usurante alla pari di quello del collaboratore scolastico?”