graduatoria medicina 2021
Pubblicata online la graduatoria di Medicina 2021

Nella mattinata di oggi, martedì 28 settembre, è stata pubblicata online la graduatoria di Medicina 2021. Vediamo subito dove trovarla e qual è il punteggio minimo aggiornato.

Medicina 2021: è online la graduatoria

Come da calendario nella mattinata di oggi, martedì 28 settembre, il Miur ha reso nota la graduatoria di Medicina 2021.

A partire, infatti, dalle ore 7 gli studenti che hanno sostenuto il test d’ingresso hanno potuto conoscere le proprie sorti accedendo all’area riservata di Universitaly.

In questa sezione del portale i candidati hanno potuto, quindi, trovare accanto al proprio nome una delle seguenti voci:

  • assegnato: si tratta di coloro che hanno superato al prova e che possono procedere con l’immatricolazione entro i termini stabiliti;
  • prenotato: sono coloro che non rientrano nella prima preferenza espressa. Essi potranno quindi decidere se immatricolarsi o attendere il primo scorrimento;
  • in attesa: sono gli studenti che non hanno ottenuto un punteggio utile per entrare tra i prenotati, ma che hanno buone possibilità di accedere con i prossimi scorrimenti;
  • fine posti: questa voce indica che è stato raggiunto un punteggio troppo basso per accedere a Medicina.

Ma qual è, di fatto, il punteggio minimo aggiornato al 28 settembre 2021?

Punteggio minimo aggiornato

Proprio come preventivato dagli esperti, con la pubblicazione della graduatoria nazionale di Medicina il punteggio minimo teorico si è di fatto abbassato leggermente.

Se da un lato infatti si era ipotizzato un punteggio minimo di 37,3, dall’altro la graduatoria di merito ha fatto abbassare la soglia per entrare a Medicina, attestandosi a 36,9 punti presso l’Università di Messina.

Ad ogni modo, nelle prossime ore gli esperti cominceranno ad analizzare i punteggi per cercare di capire meglio quali sono quest’anno le sedi più ambite e cosa accadrà nel corso delle settimane che ci attendono.

Si ricorda, in particolare, che a partire dal 6 ottobre cominceranno gli scorrimenti della graduatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili.