Soldi
Soldi

Assegno unico temporaneo per i figli, come noto dal 1° luglio scorso è possibile presentare domanda all’INPS per l’assegno unico temporaneo. Un’importante novità è in arrivo dal Consiglio dei Ministri che si terrà oggi, mercoledì 29 settembre, per quanto riguarda la data del 30 settembre, considerato sinora come termine ultimo per poter beneficiare delle mensilità arretrate.

Assegno unico INPS 2021, in arrivo la proroga per beneficiare delle mensilità arretrate

La novità riguarda lo slittamento della scadenza della domanda per l’assegno unico per i figli: nel Consiglio dei ministri odierno, infatti, verrà approvata la proroga dei termini per fare domanda con retroattività ai mesi precedenti. La novità è stata confermata da fonti di governo: è stato spiegato che la norma compare nell’ambito di un decreto di proroga di termini inserito all’ordine del giorno della riunione.

Ricordiamo, infatti, che scadenza per presentare domanda dell’assegno con retroattività era fissata al 30 settembre: ora, però, la norma introdurrà una data più avanzata per consentire a chi non è ancora riuscito di fare domanda di ottenere ugualmente le mensilità arretrate da luglio.

Come si presenta la domanda per l’assegno unico?

La domanda per la nuova misura disposta dal governo può essere presentata tramite i seguenti canali:

  • per via telematica, utilizzando il servizio online predisposto dall’INPS sul proprio portale ufficiale (accesso tramite le proprie credenziali); 
  • Contact Center (numero verde 803164 gratuito da rete fissa o 06 – 164 164, da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
  • patronati.

Giova ricordare che i beneficiari del Reddito di Cittadinanza non dovranno presentare domanda in quanto la quota loro spettante relativa all’assegno per i figli verrà accreditata automaticamente dall’INPS sulla carta RdC.