Supplenze
Supplenze

Supplenze da domande di messa a disposizione (MAD) per l’anno scolastico 2021/22, come è noto il Ministero dell’Istruzione ha deciso di introdurre anche quest’anno la deroga al divieto, imposto ai docenti inseriti nelle graduatorie, di poter inviare domanda di messa a disposizione. In molti, però, si stanno domandando se sarà possibile inviare MAD anche per la stessa provincia in cui si risulta inseriti nelle GPS.

Supplenze da MAD, è possibile inviare domanda di messa a disposizione alle scuole della stessa provincia delle GPS?

La Nota N. 29502 del 27 settembre 2021 recita testualmente: ‘È possibile in via eccezionale, limitatamente all’anno scolastico in corso, procedere alla nomina del personale docente messosi a disposizione anche se incluso in GPS o in graduatorie di istituto di altre province. La nomina dell’aspirante messosi a disposizione può essere disposta esclusivamente dopo l’effettiva conclusione delle operazioni di nomina dalle GPS nell’ambito territoriale di riferimento e in quello nel quale è incluso lo stesso aspirante. È necessario altresì che siano esaurite le graduatorie di istituto della scuola interessata e delle scuole viciniori.’

Secondo quanto indicato dalla Nota ministeriale, dunque, prima di poter ricorrere alle MAD inviate, le istituzioni scolastiche dovranno scorrere le graduatorie di istituto delle scuole viciniori. Lo scopo sarebbe quello di non danneggiare i docenti che, in sede di presentazione della domanda per le GPS, hanno dovuto limitare la propria scelta delle scuole ad un massimo di venti istituzioni scolastiche, così come disposto dall’Ordinanza Ministeriale N. 60/2020.


Come sottolinea anche ‘Orizzonte Scuola’, la Circolare annuale sulle supplenze ha disposto che il docente, non presente in alcuna graduatoria, aveva la possibilità di scegliere, per l’invio delle domande MAD, una sola provincia. Qui si leggeva infatti: ‘Le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che
non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto e possono essere presentate per una
sola provincia da dichiarare espressamente nell’istanza.’

Alla luce delle nuove disposizioni che derogano, la presente limitazione è ancora valida oppure la Nota N. 29502 ha provveduto a derogare anche tale disposizione? Orizzonte Scuola consiglia di rivolgersi ai sindacati e agli uffici scolastici in merito alla procedura, anche perché la Nota ministeriale non ha fornito chiarimenti dettagliati in proposito.