Il Ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, tramite un videomessaggio pubblicato sui social, ha ringraziato i docenti per il lavoro che hanno svolto finora. Bianchi ha spiegato come sia “importantissimo” ridare la giusta attenzione agli insegnanti, tramite le seguenti dichiarazioni: “Con grande gioia porto a tutti voi il mio saluto in questa giornata che l’Unesco dedica agli insegnanti, alla loro capacità di farsi carico non soltanto dell’educazione dei ragazzi, ma anche di accompagnarli, in questa fase così difficile, a trovare il loro percorso di vita. Mai come in questo momento è risultato evidente come questa attività sia importante e cruciale, centrale nella vita del Paese”.

Docenti: il ringraziamento di Bianchi sui social

In occasione della Giornata mondiale degli insegnanti, il ministro Bianchi ha ringraziato i docenti per tutto il lavoro svolto. Bianchi ha detto: “È importantissimo che tutto il Paese ridia attenzione ai nostri insegnanti di ogni ordine e grado. Un mondo di persone che si fa carico di un mondo di altre persone” e poi ancora: “A tutti gli insegnanti, a tutti coloro che svolgono con grande dedizione questo intenso sforzo di relazione umana, va il mio ringraziamento. Grazie per tutto il lavoro che avete fatto, che state facendo e che sicuramente farete in questo nostro futuro condiviso e insieme”.

I commenti al videomessaggio di Bianchi

Su Facebook sono stati diversi i commenti al videomessaggio del ministro Bianchi. Non tutti sono stati favorevoli alle sue dichiarazioni. Un utente per esempio scrive: “Che indecente ipocrisia!”. Un altro ironizza sul mandato dell’attuale ministro dell’Istruzione: “L’unica festa sarebbe una conseguenza delle sue dimissioni”. C’è stato poi chi ha preso positivamente le affermazioni di Bianchi con un commento positivo e propositivo: “Grazie per aver citato le educatrici e gli insegnanti della scuola dell’infanzia. Insegnanti anche loro. Speriamo che venga loro riconosciuta anche la docenza a livello contrattuale, infatti gli educatori ed educatrici dipendono contrattualmente dalle regioni e gli enti locali, così come le e gli insegnanti dell’infanzia. Un unica categoria, gli insegnanti, un unico riconoscimento giuridico e contrattuale sul tutto il territorio nazionale. Grazie”.

La giornata mondiale degli insegnanti

In data 5 ottobre si festeggia la Giornata mondiale degli insegnanti, un evento voluto dall’Unesco, l’agenzia delle Nazioni Unite che promuove l’istruzione, la scienza e la cultura. Come spiega Il Post, in diversi paesi sono organizzati eventi a tema in occasione di questa ricorrenza, per ricordare il loro ruolo e la loro importanza all’interno della società, così come la volontà di migliorare la loro condizione. Lo stesso Google ha deciso di celebrare tale giornata, tramite un doodle a tema.

La giornata mondiale degli insegnanti venne creata per ricordare le Raccomandazioni dell’UNESCO sullo status di insegnante che furono ufficializzate nel 1966. Ogni anno l’Unesco organizza eventi volti a ricordare il ruolo e la formazione degli insegnanti insieme ad alcuni partner illustri come l’Unicef. Ad ogni modo i docenti italiani si augurano che nel futuro prossimo possano godere di un rinnovo contrattuale per adeguare il loro stipendio a quelli dei loro omologhi europei.