Genitori e figli
Genitori e figli

La nuova proposta di Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani: pensione anticipata per chi fa figli. Ecco come funzionerebbe e quali sarebbero tutti i vantaggi e i limiti di questa soluzione.

Pensione anticipata per chi fa figli

Di fronte al continuo calo delle nascite e ai problemi legati alla riforma previdenziale, il direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani Carlo Cottarelli ha, di fatto, avanzato una nuova proposta. Quella della pensione anticipata per chi fa figli.

Ma come funzionerebbe esattamente e quali sarebbero i pro e i contro di una simile misura?

L’idea nascerebbe ovviamente dalla necessità di sostenere la bassa natalità in Italia, che sta di conseguenza mettendo a rischio anche il sistema pensionistico.

Per quanto, quindi, la proposta possa sembrare da un lato una soluzione vantaggiosa per molte delle questioni oggi aperte, dall’altro non bisogna, però, sottovalutare il fatto che potrebbe anche scatenare una serie di nuove problematiche da affrontare. Soprattutto per una categoria di lavoratori già fortemente penalizzata: i giovani.

Il rapporto tra pensioni e natalità

A lanciare l’allarme a proposito del basso tasso di natalità in Italia l’Istat, che ha di fatto evidenziato come molto probabilmente anche il 2021 si concluderà con un ulteriore calo su questo fronte.

Ed è proprio in questo contesto che Carlo Cottarelli ha voluto avanzare la sua nuova proposta. “Con pochi figli ci saranno meno lavoratori a produrre ciò che è necessario per gli anziani, obbligando questi a ritardare il pensionamento” ha dichiarato.

“Servirebbe, quindi, un meccanismo premiante: chi fa figli vada in pensione prima” ha aggiunto subito dopo il direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani.

Ad ogni modo, quella di Cottarelli più che una vera e propria proposta sembra suonare come una sorta di provocazione che mette in luce uno dei problemi che sono ormai da tempo alla base del sistema pensionistico italiano.