Supplenze COVID
Supplenze COVID

Alla data del 10 ottobre 2021 si parla ancora di supplenze Covid. Si tratta del personale utile per fronteggiare lo stato di emergenza pandemica. Ad essere interessati non saranno solamente i docenti ma anche le unità di Personale ATA. Di seguito le novità e i punti salienti stilati dalla Cisl Scuola dopo l’incontro tenuto con il Ministero dell’Istruzione sull’argomento.

Supplenze Covid al via: contratti cartacei per recuperare tempo

Una buona fetta di insegnanti sarà presto coinvolta nelle assunzioni brevi. Gli obiettivi dei docenti coinvolti nelle supplenze riguarderanno più specificatamente le azioni di recupero degli apprendimenti degli studenti.

Per quanto riguarda il personale ATA, invece, i collaboratori scolastici la fanno da padrone. Gli incarichi saranno legati esclusivamente all’emergenza epidemiologica tutt’ora in atto.

Ricordiamo tra l’altro che il contratto (sia per i docenti che per gli ATA) avrà una durata brevissima, ovvero scadrà il 30 dicembre prossimo, a meno di imprevedibili ma auspicabili proroghe dell’ultimo minuto.

I punti salienti stilati dalla Cisl Scuola

Nei giorni scorsi si è tenuto un incontro tra il Ministero e i sindacati per discutere tutti i dettagli relativi a questa importante tematica. Lo stesso sindacato CISL Scuola ha recentemente stilato una sintesi dei punti salienti, di cui se ne riporta il contenuto:

  • Si potrà nominare il personale dell’organico Covid anche se i fondi ancora non compaiono a sistema;
  • Molto presto saranno inseriti nel sistema Sidi i codici per l’organico Covid;
  • Per aggirare questo problema (la mancanza nel sistema dei codici Sidi) le amministrazioni potranno procedere alla stipula dei contratti cartacei, utilizzando i modelli forniti dal Ministero;
  • I fondi per l’organico Covid vanno intesi come budget e quindi sono sempre possibili compensazioni tra diverse tipologie di profili professionali, nel limite delle disponibilità assegnate all’istituzione scolastica;

Supplenze Covid: le risorse stanziate regione per regione