Denaro
Denaro

Pensioni 2022: sono forse in arrivo assegni più alti? Vediamo subito per chi e di quanto potrebbero crescere gli importi annuali. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Pensioni: assegni più alti dal 2022

Stando a quanto si legge su alcuni dei principali quotidiani nazionali, con lo scattare del nuovo anno potrebbe essere in arrivo anche una serie di importanti novità per quanto riguarda gli importi pensionistici.

A partire da gennaio 2022, infatti, le pensioni saranno più alte di qualche centinaio di euro all’anno. Tutto merito dell’inflazione, che negli ultimi mesi è tornata a crescere in modo significativo.

L’aumento del valore degli assegni servirà, dunque, a bilanciare l’incremento dei prezzi e a mantenere così invariato il rapporto tra la pensione e il costo della vita.

Bisogna, però, tenere presente che in questo contesto crescerà ulteriormente la spesa pubblica. Anche se lo Stato cercherà di far quadrare i conti attingendo alle risorse risparmiate durante la pandemia.

Come cresceranno gli importi

Al di là delle considerazioni sopra riportate, occorre tuttavia precisare che gli importi pensionistici non aumenteranno per tutti in egual misura.

La rivalutazione, di fatto, varierà a seconda della fascia di appartenenza di ciascun pensionato.

Secondo le prime stime, per coloro i quali ricevono un trattamento mensile di circa 1.500 euro al mese (3 volte l’assegno minimo erogato dall’Inps) la crescita sarà più o meno di 300 euro lordi all’anno. Vale a dire 25 euro al mese.