Quaderno in mano e nuovo PEI
Quaderno in mano e nuovo PEI

Nuovo modello PEI 2021: sezioni VII “Interventi sul contesto per realizzare un ambiente di apprendimento inclusivo” e VIII “Interventi sul percorso curriculare – Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento”. Il nuovo modello PEI, a lungo oggetto di discussioni, si compone di 12 sezioni che si devono compilare entro il 31 ottobre eccetto casi particolari. Di seguito alcuni chiarimenti sulla stesura della VII e VIII sezione.

PEI 2021, VII sezione

La VII sezione del PEI 2021 prevede degli interventi da effettuare sul contesto al fine di creare un ambiente di apprendimento inclusivo. Anche questa, come la sesta sezione, è costituita da un unico ampio spazio non strutturato, che i docenti possono compilare in modo flessibile. È prevista anche una parte per possibili revisioni ed una per la verifica finale.

Il GLO in questa sezione deve individuare l’insieme degli interventi che ritiene più opportuni per assicurare un contesto di apprendimento inclusivo: in quest’ottica deve pertanto fare forza sui facilitatori ed eliminare o quanto meno attenuare le barriere fisiche e sociali riscontrate nella fase fondamentale dell’osservazione. Ad esempio, si possono indicare tutti le strategie didattiche e gli strumenti compensativi che possono diminuire o cancellare le barriere.

Occorre sempre ragionare in un’ottica inclusiva, considerando quindi la classe nel suo complesso e non solamente l’alunno con disabilità: pertanto gli interventi da realizzare dovrebbero essere collettivi e soprattutto concretamente realizzabili.

Compilazione della sezione VIII

La sezione VIII del PEI 2021 riguarda gli interventi che occorre effettuare sul percorso curriculare al fine di personalizzare la progettazione didattica: per questo è indispensabile tenere presenti i contenuti, le metodologie, i tempi, gli spazi, le modalità di verifica e valutazione. In questa parte occorre considerare le differenze che intercorrono tra i diversi gradi di scuola: ad esempio, per la secondaria di II grado, oltre ai contenuti e alla definizione delle verifiche, bisogna formulare considerazioni sulla validità del titolo acquisito.

Anche in questa sezione si prevede uno spazio per eventuali modifiche in itinere. Il momento della verifica e valutazione risulta molto importante: non si deve verificare e di conseguenza valutare solo se l’alunno ha conseguito gli obiettivi programmati, ma anche la programmazione degli interventi individualizzati. Quest’ultima avviene in sede di GLO.

Occorre chiarire il modo in cui il docente di sostegno opererà e gli interventi previsti dal consiglio di classe in sua assenza.

Relativamente agli obiettivi didattici due sono le possibili alternative:

  • differenziati rispetto alla classe: in questo caso obiettivi didattici ed educativi della sezione 5 possono essere molto legati
  • riconducibili a quelli della classe, con le opportune semplificazioni e tenendo conto delle difficoltà dell’alunno: per questa alternativa occorre prestare molta attenzione alle modalità di valutazione, in quanto può condizionare la validità del percorso scolastico. Per questo è fondamentale soffermarsi dettagliatamente anche sulle modalità di verifica.