Soldi
Soldi

Dove sono le risorse aggiuntive per gli stipendi, in vista del rinnovo del contratto scuola? Tra sole dieci settimane la Legge di Bilancio dovrebbe essere approvata, ma le risorse aggiuntive per il comparto della scuola non si vedono all’orizzonte. Risorse previste dal famoso ‘Patto per la scuola’ siglato da sindacati e e Governo. Risorse, che dovrebbero servire a valorizzare docenti e personale amministrativo.

Il Governo aveva promesso risorse aggiuntive

Il Governo si era impegnato a mettere delle risorse aggiuntive per il rinnovo dei contratti nel pubblico impiego, e a dirottare queste risorse per valorizzare il personale della scuola, i cui livelli stipendiali sono fermi da oltre 40 anni. A ricordarlo è Marcello Pacifico, presidente del sindacato Anief.

Ma dove sono queste risorse? Il sindacato chiede “risorse certe per poter cominciare ad aprire le trattative”. 

Quanto occorre?

Secondo Anief, la stima delle risorse necessarie per recuperare l’inflazione degli ultimi anni e colmare il gap stipendiale rispetto al resto d’Europa, è di non meno di 4 miliardi. Anche le cifre stimate da Pino Turi, della Uil, non sono da meno.

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha approvato delle linee guida – dice Marcello Pacifico -, ma il personale della scuola ha bisogno di aumenti minimi di 300 euro per recuperare l’inflazione e il costo della vita perso negli ultimi 13 anni quando è scattato il primo blocco degli stipendi. E serve pure un’azione forte per verificare il trattamento economico-giuridico fra il personale precario ed il personale di ruolo“.