Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Registro elettronico, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota N. 2941 avente come oggetto ‘Utilizzo degli strumenti per l’identità digitale SPID e CIE. Attuazione delle disposizioni in materia di digitalizzazione dei servizi pubblici erogati dalle Istituzioni scolastiche.’

Nota Ministero dell’Istruzione N. 2941 su utilizzo strumenti per l’identita digitale SPID e CIE

Nella Nota in questione si fa riferimento al Decreto Legge N. 76 del 16 luglio 2020 dove si prevede l’utilizzo dello SPID e della Carta d’Identità Elettronica (CIE) per l’identificazione dei cittadini che accedono ai servizi in rete erogati dalle Pubbliche Amministrazioni. 

L’Amministrazione evidenzia, in particolar modo che tutti i servizi che le Istituzioni scolastiche erogano alle famiglie, per il tramite degli applicativi messi a disposizione dal Sistema Informativo Dell’Istruzione (SIDI), sono conformi alla normativa di riferimento e, pertanto, consentono l’autenticazione dei cittadini con gli strumenti per l’identità digitale SPID e CIE

Utilizzo del registro elettronico

In riferimento agli ulteriori software e applicativi non gestiti dal SIDI, attraverso i quali le Scuole erogano servizi a studenti e famiglie (come per esempio il Registro Elettronico), la Nota precisa che, a seguito di interlocuzioni intercorse con i principali fornitori dei “pacchetti locali”, tali software risultano per la maggior parte già adeguati all’autenticazione basata sugli strumenti di identità digitale SPID e CIE. Fino al completamento di tali adeguamenti da parte di tutti i fornitori, sarà comunque garantito l’accesso anche attraverso le modalità tradizionali.

In considerazione poi del fatto che, ai minori di 18 anni di età non è consentito fare richiesta di SPID, e che gli studenti attualmente accedono ad alcuni dei servizi in rete erogati dalle Scuole, si evidenzia che con Determinazione n. 353/2021 dell’AgID, sono state predisposte apposite linee guida relative al “rilascio dell’identità digitale ai minori e le relative modalità di utilizzo per l’accesso ai servizi online”. 

Il suddetto documento è stato di recente sottoposto a consultazione pubblica e, pertanto, prossimamente se ne attende la pubblicazione. A tal fine, è stato istituito un tavolo tecnico con AgID, in modo da consentire l’accesso ai servizi offerti dalle Istituzioni scolastiche agli studenti minorenni. 

In buona sostanza, quindi, gli studenti potranno continuare ad accedere con le credenziali attualmente in loro possesso, nelle more dell’estensione di SPID ai minorenni.

Potete consultare, qui sotto, il testo integrale della Nota del Ministero dell’Istruzione.

NOTA