Supplenze COVID
Supplenze COVID

Le supplenze del cosiddetto Personale Covid, sia per docenti che per ATA, sono temporanee fino al 30 dicembre 2021. Ma che dire quando l’organico Covid si assenta? Può essere sostituito? A dare risposta sono le disposizioni ministeriali che ne stabiliscono la gestione. Vediamo cosa dicono.

Sostituire i supplenti Covid docenti e ATA

Le indicazioni sull’organico Covid 2021 ATA e docenti, dicono fra le altre cose: “Per quanto concerne le eventuali sostituzioni del personale contrattualizzato, si procede ai sensi e nei limiti della normativa vigente e, in ogni caso, fermo restando il prioritario ricorso al personale a qualunque titolo in servizio presso l’istituzione scolastica e in possesso di abilitazione o di titolo di studio idoneo, consentendo, ove non sia possibile procedere diversamente, la sostituzione del personale così assunto dal primo giorno di assenza.”

Il 5% del totale delle risorse assegnate per questo organico, può essere utilizzata solo a questo scopo, ovvero la copertura delle sostituzioni. L’accantonamento di queste risorse viene assegnata direttamente dall’Ufficio IX della DGRUF del MI, in base ai contratti di sostituzione inseriti sul sistema Gestione Contratti del SIDI dalle scuole.

La malattia del personale Covid

I supplenti temporanei (l’organico Covid rientra in questa categoria) in caso di malattia hanno diritto alla conservazione del posto di lavoro fino ad un massimo di 30 giorni per anno, con una retribuzione pari al 50%. Se le assenze dovute a malattia superano i 30 giorni, il contratto di lavoro cessa in automatico.