Concorsi scuola
Concorsi scuola

Concorsi ordinari scuola dell’infanzia, primaria e secondaria: cresce l’attesa per l’uscita dei nuovi bandi (integrati) relativi allo svolgimento delle procedure concorsuali che avrebbero già dovuto svolgersi lo scorso anno ma che, a motivo dell’emergenza sanitaria, sono state messe in stand-by. Fermo restando che non sarà data la possibilità di presentare delle nuove domande (i termini restano quelli fissati al mese di luglio 2020), alcuni docenti hanno finito per riscontrare alcuni errori nell’istanza precedentemente inviata. Verranno esclusi dai concorsi?

Concorsi ordinari, cosa accade in caso di errori nella domanda?

Prendiamo come esempio il docente che si è accorto di non aver pagato il contributo di segreteria. Questi verrà escluso dal concorso? Considerando quanto avvenuto nei precedenti concorsi, non dovrebbe correre il rischio di essere escluso dalla procedura concorsuale, salvo ovviamente diverse disposizioni ministeriali che potrebbero essere introdotte nei nuovi bandi.

Consideriamo, infatti, quanto indicato nella Nota del Ministero dell’Istruzione N. 18557 del 15 giugno 2021, a proposito del concorso Stem: ‘Si ricorda, inoltre, che i bandi di concorso hanno previsto il versamento di un diritto di segreteria. In mancanza della ricevuta di versamento, o in caso di mancata indicazione della causale di pagamento nella ricevuta, il candidato dovrà regolarizzare la propria posizione nei giorni immediatamente successivi alla prova scritta presso l’Ufficio Scolastico Regionale.


Ove sia accertato che il candidato abbia effettuato il pagamento dei diritti di segreteria solamente per alcune, e non per tutte, le procedure per le quali ha chiesto di partecipare, il candidato sosterrà la prova con riserva di effettuare il pagamento nei giorni immediatamente successivi e di regolarizzare la propria posizione presso l’Ufficio Scolastico Regionale.
Codesti Uffici sono tenuti ad invitare, formalmente, il candidato a regolarizzare la propria posizione entro un congruo termine, a pena di esclusione, dalla procedura/e.’

Nel caso in cui un candidato si fosse accorto di tale errore, quindi, è consigliabile contattare il proprio USR per richiedere informazioni in merito alla regolarizzazione della propria posizione.