Leggere fa bene
Leggere fa bene

Chi ama la lettura, sa bene quanti possono essere i benefici per chi decide di leggere ogni giorno. Possiamo considerare i libri come una sorta di rimedio naturale, senza controindicazioni. Hanno il potere di aumentare la felicità, la riflessione, e anche di conciliare il sonno. Ma una recente ricerca evidenzia che alcuni benefici possono essere potenziati, se la lettura è una scelta più che un obbligo. Ovvero, se ci piace ciò che stiamo leggendo.

I benefici della lettura

I benefici della lettura sono tanti. Se fatta prima di andare a dormire, aiuta anche a conciliare il sonno. Ma in generale, gli studi dimostrano che leggere aiuta sicuramente a:

  • Migliorare le funzioni cognitive
  • Alleviare le preoccupazioni
  • Prevenire ansia e depressione
  • Ridurre lo stress
  • Proteggere il cervello
  • Ridurre i livelli di cortisolo
  • Migliorare l’empatia

Meglio leggere per piacere

Uno studio pubblicato su Reading and Writing, condotto dai ricercatori della Concordia University, evidenzia differenze importanti tra chi legge per piacere nel tempo libero, e chi lo fa solo per dovere (come chi lo fa per motivi di studio).

Il piacere della lettura migliora le abilità cognitive e linguistiche. Quindi conta tantissimo l’approccio mentale ed emotivo alla lettura.

La ricerca ha evidenziato che gli studenti universitari, circa 200, che leggevano prevalentemente per dovere, avevano in media abilità verbali più deboli degli altri. E’ stato pure evidenziato che maggiori benefici cognitivi sono associati al piacere che si prova quando si legge narrativa, più che saggistica. Chi prova piacere in ciò che legge, sviluppa maggiore empatia, diventa più comprensivo e meno prevenuto. 

In conclusione, se le letture fatte per dovere sono importanti per il lavoro o lo studio, quelle fatte per piacere o svago, ci rendono persone migliori. Non bisogna farsi mancare nessuna delle due. Non a caso, fra i consigli per avvicinare gli studenti alla lettura, c’è quello di permettere a bambini e ragazzi di scegliere i libri da leggere.