Concorso straordinario: Tar Lazio riammette docente esclusa per mancanza dei requisiti di accesso

Date:

Il Tar del Lazio attraverso la recente Ordinanza (n. 05651-21 del 20 Ottobre 2021) ha accolto favorevolmente e in via cautelare, il ricorso presentato da una docente esclusa precedentemente dal Concorso straordinario, di cui al D.D. 510 del 23 aprile 2020. La mancanza dei requisiti di accesso era alla base della sua esclusione. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Tar Lazio riammette al Concorso straordinario DD 510 del 23/4/20 una docente esclusa per mancanza dei requisiti accesso

A quanto pare, L’Amministrazione all’atto della verifica dei titoli posseduti dalla ricorrente ed autocertificati dalla stessa, aveva evidenziato l’assenza delle tre annualità di servizio. Dal momento che per un anno scolastico il servizio prestato a partire dal 1 febbraio fino al termine degli scrutini sarebbe stato interrotto dal rientro in servizio del titolare durante le vacanze pasquali.

Il Collegio del Tar del Lazio, con sede a Roma, ha evidenziato l’illegittimità della suddetta interpretazione, adducendo la seguente motivazione:

Ritenuto che il comma 1 dell’art. 489 prevede che il servizio di insegnamento non di ruolo prestato a decorrere dall’anno scolastico 1974-1975 è considerato come anno scolastico intero se ha avuto la durata di almeno 180 giorni oppure se il servizio sia stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale;

ritenuto che nel caso di specie l’attività di insegnamento risulta essere stata svolta dalla ricorrente in senso sostanzialmente continuativo dal 1 febbraio, salvo la mancata contrattualizzazione di periodi festivi, in corrispondenza della Pasqua e altre festività”.

Per le motivazioni sopra illustrati, l’Amministrazione avrà l’obbligo di reinserire la candidata nella procedura concorsuale in oggetto. Per tale effetto, si dovrà provvedere anche alla correzione delle prove già svolte.

Supplenti ‘sbattuti’ fuori dalla scuola in occasione delle vacanze

Questa ordinanza rende giustizia ai tanti docenti precari che si sono visti esclusi (in molte circostanze) dalle tornate concorsuali per le medesime motivazioni. Quanto deciso dal Collegio di Roma, inoltre, tiene conto del fatto che buona parte dei docenti precari si trova costretto sovente ad essere ‘licenziato’ in concomitanza delle festività (Natale e Pasqua) per poi essere riassunto, al rientro da tali festività, con la ripresa delle attività didattiche.

Scuolainforma
Scuolainformahttps://www.scuolainforma.it
Scuolainforma è un blog di informazione per il mondo della scuola. La maggior parte dei suoi autori opera del settore della pubblica istruzione.

Share post:

Newsletter

Ultime Notizie

Potrebbe interessarti
Potrebbe interessarti

Roma, lite tra studentesse in un liceo della Capitale: intervengono i Carabinieri

Un incidente turbolento si è verificato in un istituto...

Concorsi Docenti 2024, prova orale: elenco avvisi USR estrazione lettera [in aggiornamento]

Concorsi Docenti 2024 - Il processo selettivo per i...

Stipendi NoiPA Aprile 2024: qualcosa non torna, cedolini ridotti di circa 100 euro

In Aprile 2024, alcuni dipendenti pubblici potrebbero notare una...