Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Concorsi scuola, è previsto per oggi, martedì 26 ottobre 2021, un incontro tra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati per l’avvio delle procedure concorsuali ordinarie relative alla scuola dell’infanzia, primaria e secondaria oltre al concorso straordinario per l’abilitazione e al nuovo concorso straordinario per i docenti con tre anni di servizio.

Concorsi ordinari e straordinari, il Ministero dell’Istruzione accelera: oggi incontro con i sindacati

Come riporta ‘Orizzonte Scuola’, è in programma per oggi un incontro tra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati per le modifiche e le integrazioni dei bandi relativi ai concorsi ordinari già pubblicati lo scorso anno.

Secondo quanto stabilito dal Decreto Sostegni Bis, il Ministero dell’Istruzione, tramite apposito decreto, è chiamato ad apportare le modifiche ai bandi di concorso ‘fermo restando i programmi concorsuali, senza che ciò comporti la riapertura dei termini per la presentazione delle istanze o la modifica dei requisiti di partecipazione.’

Quindi, nessuna riapertura dei termini per la presentazione delle domande, per quanto riguarda i concorsi ordinari: resteranno, pertanto, valide le sole istanze di partecipazione inviate entro il 31 luglio 2020.

Nuovo decreto del Ministero dell’Istruzione

Nel nuovo decreto che sarà pubblicato dal Ministero dell’Istruzione saranno contenute le indicazioni riguardanti le ‘modalità di redazione dei quesiti della prova scritta anche a titolo oneroso, la commissione nazionale incaricata di redigere i quadri di riferimento per la valutazione della prova scritta, i programmi delle prove, i requisiti dei componenti delle commissioni cui spetta la valutazione della prova scritta e della prova orale, i titoli valutabili e il relativo punteggio‘.

Il decreto sarà sottoposto all’attenzione dei sindacati e successivamente trasmesso al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) per il consueto parere (da restituire entro 7 giorni). Dopo l’OK del CSPI, si potrà procedere alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.