Sede del Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Concorso ordinario infanzia e primaria, prime anticipazioni sul possibile svolgimento delle nuove prove concorsuali, alla luce delle novità introdotte dal Decreto Semplificazioni voluto dal ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta.

Le anticipazioni sono state date dal portale ‘Orizzonte Scuola’ che ha precisato che, trattandosi di una bozza del Decreto, le sottoindicate informazioni potranno essere oggetto di ulteriori modifiche prima della pubblicazione del testo ufficiale in Gazzetta Ufficiale. Viene oltremodo precisato che non si conoscono ancora le tempistiche relative allo svolgimento delle prove. Abbiamo dedicato un altro articolo alle prime anticipazioni sullo svolgimento delle prove per il concorso ordinario scuola secondaria.

Concorso infanzia e primaria, ecco come si dovrebbero svolgere le prove scritte e orali

Secondo le anticipazioni fornite da ‘Orizzonte Scuola’, la prova scritta sarà computer based della durata pari a 100 minuti: i quesiti a cui rispondere saranno complessivamente 50. Per quanto riguarda la selezione per i posti comuni, sono previsti 40 quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia.

Inoltre sono previsti 5 quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese (livello B2) e 5 quesiti a risposta multipla riguardanti le competenze digitali relative all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’insegnamento.

Per quanto concerne, invece, la selezione riguardante i posti di sostegno, sono previsti 40 quesiti a  risposta multipla relativi alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. Anche la prova scritta per i posti di sostegno, come quella per i posti comuni, prevede i 5 quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese e i 5 quesiti informatici.

Ogni quesito prevede quattro tipologie di risposte, delle quali solamente una risulterà quella esatta: per ciascun candidato è previsto un ordine casuale dei 50 quesiti. Alla prova scritta verrà assegnato un punteggio massimo di 100 punti: i candidati che conseguiranno un punteggio di almeno 70 punti potranno accedere alla prova orale.

La prova orale

La prova orale riguardante il concorso infanzia e primaria per i posti comuni è volta all’accertamento della preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’Allegato A e valuta la padronanza delle discipline, nonché la relativa capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

Per quanto concerne, invece, la prova orale per i posti di sostegno, i candidati dovranno fare ugualmente riferimento al programma del succitato Allegato A: saranno valutate le competenze riguardanti le attività di sostegno all’alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali.

La durata massima della prova orale è prevista in 30 minuti, salvo gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili: la prova consisterà nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali. La commissione d’esame ne discuterà con il candidato. Saranno oltremodo valutate le capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese (almeno a livello B2): per la prova del sostegno includerà la didattica speciale.

Valutazione delle prove e dei titoli

Come per la prova scritta, anche per la prova orale la commissione esaminatrice avrà a disposizione un punteggio massimo di 100 punti e, come per la prova scritta, il candidato supererà la prova con il conseguimento di almeno 70 punti. La commissione, infine, provvederà alla valutazione dei titoli culturali e professionali, assegnando un punteggio massimo di 50 punti. Ne deriva che il punteggio massimo conseguibile da ciascun candidato è pari a 250 punti.

Ricordiamo, infine, quanto specificato all’inizio, non si conoscono ancora le tempistiche per lo svolgimento delle prove: le anticipazioni pubblicate da ‘Orizzonte Scuola’ sono tratte dalla bozza del Decreto del Ministero dell’Istruzione e, trattandosi ancora di una bozza, le informazioni sopraindicate possono essere ancora soggette a modifiche.