Ministro dell'Istruzione Prof. Patrizio Bianchi
Ministro dell'Istruzione Prof. Patrizio Bianchi

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, spinge sull’acceleratore in merito alla terza dose del vaccino per i docenti. Il titolare del dicastero di Viale Trastevere ne ha parlato a Trani, in occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico in Puglia.

Bianchi su terza dose vaccino: ‘Ho chiesto piorità assoluta per i docenti’

‘Ho richiesto che, dopo gli 80enni, cioè quelli più fragili, siano ancora una volta gli insegnanti ad avere la priorità assoluta per la terza dose. Me lo ha garantito il generale Figliuolo’. Queste le parole del ministro Bianchi nel suo intervento al Castello Svevo di Trani. 

‘Nella scuola siano al 94,4 % per la prima dose e al 91,5 per la seconda dose – ha aggiunto il numero uno di Viale Trastevere – I ragazzi hanno reagito molto bene: siamo in media al 70 % con quelli fra 16 e 19 anni all’84%, i vaccini contano’, ha concluso.

Emiliano: ‘Io sono per la scuola in presenza, avrei dovuto dirlo in momenti più complicati’

Gli ha fatto eco il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, il quale ha annunciato: ‘Ieri ho parlato con il ministro Speranza e ho chiesto di potere procedere direttamente con terza dose per tutti i cittadini senza distinzioni. In questo modo abbiamo fatto ripartire il Paese e la Puglia’.

In merito alla scuola, Emiliano ha dichiarato: “Io sono per la scuola in presenza. Avrei voluto dirlo in momenti più complicati. Se fossi stato uno studente avrei avuto terrore della Dad. Non c’è nessuno che ti può aiutare. È implacabile. Abbiamo vissuto momenti difficili e abbiamo messo in campo tutto ciò di cui disponevamo con una straordinaria sinergia che ci ha consentito di ridurre al massimo i rischi e di andare avanti con risultati buoni.’