docente e l'anno di prova
docente e l'anno di prova

Al via l’anno di prova per tutti i docenti neoassunti o che hanno ottenuto il passaggio di ruolo: si è aperto l’ambiente on line Indire e a breve sarà possibile accedere anche all’area privata. Tra pochi giorni, il 31 ottobre, anche la scadenza relativa alla consegna del Bilancio delle competenze iniziali. Altro importante documento che accompagna il percorso di formazione del docente è il portfolio: vediamone le caratteristiche e come compilarlo.

Cos’è il portfolio

Il portfolio è un documento personale che raccoglie le informazioni dei docenti neoassunti nel loro percorso di formazione. Lo si può intendere come uno strumento attraverso il quale può dispiegarsi lo sviluppo professionale del docente: partendo dalla stessa autoanalisi che gli insegnanti effettuano sul proprio stato professionale,questi possono infatti riflettere sulle proprie competenze relative alla docenza. Questa autoanalisi ha come riferimento i seguenti standard:

  • Conoscenze disciplinari e didattiche
  • Capacità collaborative con i colleghi
  • Competenze relazionali e di gestione della classe
  • Attenzione per la propria formazione.

Su questi punti di riferimento il docente ha la possibilità di programmare un piano per il proprio sviluppo professionale.

Strutturazione del documento

Ogni portfolio, che accompagnerà il periodo di prova e formazione di ogni docente, si costituisce delle seguenti 5 parti:

  • Il curriculum formativo, in cui si devono riportare esperienze ritenute significative nell’ottica della crescita personale (non necessariamente legate all’ambito scolastico)
  • Il bilancio delle competenze iniziali
  • La documentazione delle attività laboratoriali svolte
  • L’attestazione delle fasi principali di una proposta didattica: progettazione (obiettivi educativi e didattici, metodologie, tempi e strumenti), attività didattica svolta, verifiche effettuate
  • La stesura di un bilancio conclusivo delle competenze e la previsione di un progetto di crescita professionale.

Il docente neoassunto o con passaggio di ruolo non deve predisporre ulteriori relazioni o documenti oltre a quelli inseriti nell’ambiente del portfolio. Nello stesso modo, non deve presentare nessuna tesina specifica in aggiunta.

Per la compilazione di ogni parte ci saranno delle domande guida che aiuteranno il docente ad orientarsi nel lavoro da svolgere, conducendolo ad un’autoanalisi. Una volta compilati tutti gli spazi, si potrà esportare per intero il portfolio per poi sottoporlo all’attenzione del Comitato di valutazione interno.

Il tutor aiuterà il docente nel percorso di formazione e nel processo di autoanalisi.