docente e l'anno di prova
docente e l'anno di prova

Aperto l’ambiente on line su Indire per i tutti i docenti neoassunti che quest’anno dovranno sostenere l’anno di prova: anche gli insegnanti cha hanno ottenuto il passaggio di ruolo dovranno sostenere questo periodo di formazione. Per avere la conferma a ruolo gli interessati dovranno sostenere e superare con esito positivo un colloquio finale. Di seguito alcuni chiarimenti in merito.  

Anno di formazione neoassunti

La nota n. 30345 del 4 ottobre indica le direttive ministeriali per l’anno di prova dei docenti neoassunti, riassumendo quanto già previsto negli anni precedenti. È da pochi giorni aperto l’ambiente on line Indire per tutti i docenti che quest’anno dovranno affrontare l’anno di prova e formazione: a breve anche l’apertura dell’area privata su Indire. Per essere considerato valido il neoassunto deve svolgere 180 giorni di servizio, di cui almeno 120 prestati per l’effettiva attività didattica. Lo svolgimento di tali giorni di servizio è condizione sine qua non per il superamento dell’anno di prova.

Entro il 31/10 i neoassunti e chi ha ottenuto il passaggio su ruolo diverso da quello di appartenenza devono presentare il Bilancio delle competenze. In base a questo il Dirigente Scolastico, il tutor ed il docente interessato predispongono il piano progettuale di formazione: questo sarà volto a colmare i punti di criticità emersi dall’autoanalisi svolta dal neoassunto.

Colloquio finale

Per la convalida dell’anno di prova e quindi del ruolo, il neoassunto o chi ha ottenuto passaggio di ruolo deve affrontare un colloquio finale: questo si svolge a fine anno e dinanzi ad un comitato di valutazione interno presieduto dal Dirigente Scolastico. Il docente tutor ed altri tre docenti dell’istituto costituiscono il comitato. Il colloquio verterà sull’esperienza didattica e di formazione che il neoassunto ha svolto durante l’anno, prendendo come riferimento la documentazione contenuta nel portfolio del docente. Il tutor avrà il compito di presentare il neoassunto, mettendo in luce il percorso di crescita e formazione professionale raggiunto.

Sarà cura dell’interessato consegnare il documento completo in ogni sua parte al DS: questo a sua volta lo trasmetterà al comitato di valutazione almeno 5 giorni prima del colloquio. Alla fine della discussione, il comitato di valutazione si riunisce per esprimere il proprio parere in merito, comunicandolo al DS: quest’ultimo può anche discostarsene, dandone motivazione ufficiale. Ottenuto esito positivo, il DS procede con la convalida del ruolo