Supplenze COVID
Supplenze COVID

Supplenze ‘organico Covid’ per l’anno scolastico 2021/22, la bozza della Legge di Bilancio 2022 dispone la proroga della scadenza del contratto sino al termine delle lezioni. Dunque, la nuova Manovra finanziaria va a confermare quanto anticipato nelle scorse settimane, ovvero il prolungamento del contratto che dovrebbe scadere il prossimo 30 dicembre 2021.

Proroga contratti supplenze Covid: la bozza della Legge di Bilancio conferma il prolungamento sino al termine delle lezioni

Nella bozza della Legge di Bilancio 2022, la proroga delle supplenze Covid è disposta dall’articolo intitolato ‘Misure connesse all’emergenza epidemiologica nell’ambito scolastico’. Qui si legge in dettaglio:

‘Al fine di corrispondere alle esigenze delle istituzioni scolastiche connesse all’emergenza epidemiologica, il termine dei contratti sottoscritti ai sensi dell’articolo 58, comma 4-ter, lettera a), del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito con modificazioni dalla legge 23 luglio 2021, N. 106 può essere prorogato fino al termine delle lezioni dell’anno scolastico. Conseguentemente, il fondo di cui all’articolo 235 del decreto legge 19 maggio 2020, N. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è incrementato di 300 milioni di euro per l’anno 2022.

Il Ministero dell’istruzione, entro il 31 luglio 2022, provvede al monitoraggio delle spese di cui al primo periodo, comunicando le relative risultanze al Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato e la quota parte delle risorse di cui al secondo periodo che in base al monitoraggio risulti non spesa è versata all’entrata del bilancio dello Stato per essere riassegnata al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.’

Rispetto a quanto anticipato nei giorni scorsi, la proroga dovrebbe limitarsi ‘al termine delle lezioni‘ e non al 30 giugno, come si era detto in precedenza. Si tratta di un aspetto importante che il Ministero dell’Istruzione dovrà chiarire, con apposita Nota, nelle prossime settimane, non appena verrà approvato il testo definitivo della Legge di Bilancio 2022.