Carta del docente
Carta del docente

Dopo alcune ore di panico, la Carta del Docente, salvo clamorosi ripensamenti dell’ultima ora, è salva. I docenti di ruolo potranno usufruirne anche il prossimo anno. Ma adesso si alzano ancora di più le voci di chi vuole esteso il bonus da 500 euro per la formazione ai precari. Dopo i sindacati, anche il PD di espone, per voce della responsabile scuola Sicilia, Caterina Altamore.

Carta docenti anche ai precari

“Nonostante sul web circoli ancora la notizia dell’abolizione della card docenti, grazie all’intervento del PD la proposta è stata stralciata e non portata all’approvazione della legge di Bilancio in Consiglio dei Ministri” dichiara la Altamore.

Poi aggiunge: “Una giusta presa di posizione, che permetterà ai docenti di poter fruire di queste risorse per la formazione  e l’aggiornamento continuo, opportunità che riteniamo debba essere estesa  ai precari”.

Dunque, l’estensione della carta docenti ai precari è una presa di posizione anche di alcune forze politiche. Ma dato che si intendeva eliminarla, quante possibilità ci sono che venga estesa ad una platea più grande? I dubbi ci sono, anche viste le poche risorse stanziate in Legge di Bilancio. Risorse che influiscono anche sugli stipendi futuri.

Stipendi? No a cifre irrisorie ed umilianti

E proprio sul tema stipendi, la responsabile del PD afferma: “Massima attenzione viene rivolta anche all’auspicato aumento stipendiale a tre cifre annunciato dal Ministro Bianchi, affinché non si risolva in cifre irrisorie e umilianti”.

Al momento, c’è da dire, le prospettive non sono rosee. L’importo prospettato non è a tre cifre e quello che intende ottenere il Ministero va appena sopra le tre cifre, ma solo al lordo.