Vincolo triennale docenti
Vincolo triennale docenti

Il Comitato Nazionale Docenti Vincolati hanno protestato a Napoli, davanti alla sede della Regione Campania, per chiedere che la loro situazione venga finalmente sbloccata. Sono 9mila i docenti campani che si sono ritrovati bloccati per tre anni, dopo aver firmato un contratto, e soprattutto senza sapere a priori che il contratto avrebbe previsto un vincolo che li avrebbe costretti a rimanere lontani dalle loro famiglie. Alla manifestazione sono intervenuti anche Flc CGIL, Cisl Scuola, Uil Rua e Snals.

Comitato Nazionale Docenti Vincolati, protesta a Napoli contro i vincoli sulla mobilità

La presidente del Comitato Nazionale Docenti Vincolati, Angela Mancusi, ha raccontato la propria esperienza, comune a migliaia di docenti: ‘Io ho ottenuto la sede a ben 142 chilometri da casa e dopo l’anno di prova non ho potuto fare domanda di trasferimento, ho dovuto rinunciare a qualsiasi richiesta e se la legge non cambia sarà così ancora almeno per altri due anni.

Questo vale per me, come per tutti gli altri docenti che sono entrati nella scuola tramite graduatoria ad esaurimento o tramite il concorso del 2016 e che hanno firmato i loro contratti negli ultimi due anni. Nessuno di noi, quando ha accettato, sapeva a cosa sarebbe andato in contro e questo non è giusto. Ci aspettiamo risposte dalla Regione che speriamo possa scendere in campo al nostro fianco in questa battaglia’.

Si tratta di un problema che assume proporzioni importanti a livello nazionale: infatti, complessivamente, sono circa 81mila i docenti che si ritrovano in queste condizioni. Soprattutto, si sono ritrovati coinvolti in una ‘trappola’ di cui nessuno era a conoscenza. La retroattività del vincolo triennale, invece, li costringe ora a rimanere lontani dalle loro famiglie.

Angela Mancusi ha sottolineato come il Comitato Nazionale Docenti Vincolati abbia presentato alla vice capo di gabinetto una piattaforma articolata in 4 punti:

  • 1) ripristino della mobilità come materia contruattuale;
  • 2) abrogazione totale dei vincoli, sia quello riguardante i docenti neoassunti dall’anno scolastico 2020/21, sia l’ulteriore vincolo triennale per tutti i docenti di ruolo come disposto dal Decreto Sostegni Bis;
  • 3) mobilità all’interno della Regione dove è stato assegnato il ruolo;
  • 4) mobilità annuale nazionale per tutti. 

Angela Mancusi ha sottolineato come il ministro dell’Istruzione Bianchi sembra essere disposto almeno al dialogo: la speranza è che almeno la mobilità annuale sia restituita a tutti i docenti vincolati e ai neoassunti a partire dall’anno scolastico 2020/21.