gestire lo stress
Studentessa sotto stress

Spunti didattici, come aiutare gli studenti a gestire lo stress all’interno del contesto scolastico tra verifiche e scadenze: consigli utili per genitori ed insegnanti. Cosa c’è da sapere.

Gestire lo stress a scuola

Come è facile immaginare, riuscire a destreggiarsi tra verifiche e scadenze può diventare per gli studenti una vera e propria fonte di stress.

Tra le cause di questo fenomeno si possono chiaramente riconoscere alcune fattori principali:

  • le interrogazioni scritte e orali;
  • il rapporto a volte conflittuale con i genitori, gli insegnanti ed i compagni;
  • la capacità di gestione del tempo;
  • il riuscire a riconoscere le priorità in termini di studio.

Ad ogni modo, al di là di quelle che sono le cause scatenanti, è bene che gli studenti imparino il prima possibile a gestire lo stress dentro e fuori al contesto scolastico.

In questo senso, possono essere di grande aiuto anche l’intervento di genitori ed insegnanti.

Consigli utili

A prescindere da quelle che possono essere le diverse fonti di stress per gli studenti, genitori ed insegnanti possono intervenire per cercare di aiutarli nella gestione di questo problema così comune.

Ecco alcuni utili consigli:

  • proporre un approccio positivo al contesto scolastico;
  • organizzare al meglio le attività didattiche alternando momenti di studio, confronto e verifica;
  • favorire il dialogo in modo da accogliere e risolvere eventuali problematiche;
  • promuovere le attività extrascolastiche.

Non bisogna, tuttavia, dimenticare che ogni studente può reagire in maniera diversa allo stress. Non c’è, quindi, da stupirsi se da alcuni di essi, più che un ostacolo, viene considerato un vero e proprio stimolo.

Questo perché la giusta dose di tensione fa sì che il cervello rilasci dei neurotrasmettitori in grado di rendere l’individuo più attento e concentrato.