legge 104
legge104

La legge 104 del 5 febbraio 1992 è la normativa quadro per garantire l’inclusione sociale e lavorativa del soggetto con disabilità. Come è noto, permette alla persona disabile dietro comprovata certificazione di accedere a numerosi benefici fiscali, sociali, economici e lavorativi. Oltre a tutelare direttamente la persona con disabilità, tutela anche chi se ne prende cura, vale a dire la figura del caregiver prevedendo varie agevolazioni. Di seguito ci soffermiamo sull’assegno di 800 euro che il caregiver può richiedere.

Legge 104 e la figura del caregiver

Da qualche anno si assiste alla rivalutazione della figura del caregiver: si tratta del familiare che presta aiuto ed assistenza ad una persona con disabilità certificata dalla legge 104 del 1992. Il caregiver svolge un ruolo pesante che lo costringe spesso a mettere da parte la propria vita: a tal fine il governo ha ultimamente predisposto delle misure che ne riconoscono l’importante compito e che possono in qualche modo fungere da sostegno.

Tra queste l’estensione dei permessi lavorativi da 3 a 12 giorni mensili fino al 31 dicembre (misura che potrebbe essere prorogata) e il pensionamento anticipato. In riferimento a quest’ultimo, due misure pensionistiche considerano la figura del caregiver: l’Ape sociale, proprogata per il 2022, e Quota 41, la pensione rivolta ai lavoratori precoci.

Assegno 800 euro mensili per chi assiste familiare con legge 104

Tra le agevolazioni previste, anche l’erogazione di un assegno del valore di 800 euro per le persone che assistono familiari certificati dalle legge 104. La legge di Bilancio 2021 prevede lo stanziamento di 30 milioni di euro annuali per la copertura del suddetto assegno che è valido per il triennio 2021-23.

La misura rientra nel progetto dell’Inps “Home Care Premium” e permette al caregiver di usufruire di un aiuto economico mensile: questo è valutato in base al livello di disabilità della persona che si assiste.

Come presentare domanda

Chi assiste un familiare con legge 104 può presentare domanda per l’assegno caregiver entro il 31 gennaio 2022, inoltrando richiesta direttamente attraverso il portale dell’Inps. Si soddisferanno le domande fino all’esaurimento dei fondi stanziati.

Chi può presentare richiesta

L’obiettivo del governo è quello di sostenere anche le persone che assistono un familiare certificato dalla legge 104 art. 3 comma 3: pertanto per richiedere l’assegno è necessaria la certificazione di una disabilità grave.

Tra le patologie che rientrano nei requisiti vi sono le seguenti disfunzioni: Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla in stato avanzato, patologie mentali, diabete mellito, cancro e malati chemioterapici. Su portale dell’Inps è possibile visionarne l’elenco completo.