Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2021/22, il Ministero dell’Istruzione ha finalmente presentato ai sindacati i dati ufficiali con i dettagli relativi alle diverse classi di concorso, regioni e province. Il repo dei dati ministeriali è stato pubblicato da Flc-Cgil. I dati aggiornati allo scorso 8 ottobre rivelano che oltre 55mila cattedre non sono state assegnate.

Immissioni in ruolo 2021/22, i dati ufficiali del Ministero dell’Istruzione

Flc-Cgil ha sottolineato come la quasi totalità delle 12mila assunzioni straordinarie da prima fascia GPS disposte quest’anno dal decreto Sostegni Bis abbia riguardato il sostegno, oltre al fatto che molti posti non assegnati riguardano le materie Stem, per le quali, oltre al concorso straordinario, è stata anticipata, la scorsa estate, la procedura concorsuale ordinaria. Per le materie scientifiche, è previsto un nuovo concorso ordinario: in questi giorni, il Ministero dell’Istruzione pubblicherà il nuovo decreto.

Il sindacato sottolinea il fallimento di questo modello di reclutamento che urge un radicale cambiamento che dovrà essere basato sulla formazione e il riconoscimento del valore dell’esperienza maturata dai precari. 

Tabella dati Ministero Istruzione su immissioni in ruolo 2021/22 e posti disponibili

Nuovo concorso straordinario, posti disponibili per provincia e per ogni classe di concorso aggiornati all’8 ottobre

Come noto, il Decreto Sostegni Bis ha disposto un nuovo concorso straordinario riservato a quei docenti in possesso di determinati requisiti di servizio. Il concorso sarà riservato ai docenti non compresi tra quelli che partecipano alle assunzioni in ruolo da GPS o elenchi aggiuntivi 2021/22 e ai docenti che abbiano svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, tre annualità di servizio nelle scuole statali (ai sensi dell’articolo 11/14 della legge N. 124/99), anche non consecutive, negli ultimi 5 anni, di cui una specifica, vale a dire prestata nella medesima classe di concorso per cui si partecipa.

È necessario, pertanto, l’anno di servizio specifico per la cdc per cui si partecipa. Sono valide solamente le annualità svolte nella scuola statale, anche in gradi di scuola diversa o su posto di sostegno. I posti a disposizione saranno proprio quelli residui dalle immissioni in ruolo 2021/22, previa accantonamento dei posti per i concorsi ordinari del 2020, già banditi e ancora non svolti.

Il Decreto Sostegni bis, infatti, ha disposto che il nuovo concorso straordinario, da effettuarsi entro il prossimo 31 dicembre, riguarderà “un numero di posti pari a quelli vacanti e disponibili per l’anno scolastico 2021/2022 che residuano dalle immissioni in ruolo“.

Quindi serve l’anno di servizio specifico per la classe di concorso per cui si partecipa. Le annualità previste per l’accesso valgono solo se svolte nella scuola statale, anche in gradi di scuola diversa o su posto di sostegno.

Qui di seguito riportiamo il file Excel pubblicato da Flc-Cgil contenente tutti i dati relativi alle disponibilità dopo le immissioni in ruolo 2021/22 per ogni provincia e classe di concorso.


TABELLA DATI