Ricostruzione carriera

La domanda di ricostruzione carriera può essere presentata ogni anno da docenti e ATA entro il termine del 31 dicembre, al fine di incrementare lo stipendio. Si presenta alla scuola di titolarità in via telematica, attraverso il servizio dedicato su Istanze Online. Chi non l’ha ancora fatto, deve compilare in concomitanza la “Dichiarazione dei servizi”.

Ricostruzione carriera: cos’è e come si presenta?

Attraverso l’istanza di ricostruzione carriera, il personale confermato in ruolo richiede il riconoscimento dei servizi validi prestati prima dell’immissione nel ruolo di attuale appartenenza. Ciò permette di determinare la fascia stipendiale di appartenenza.

La legge n. 107/2015 stabilisce che l’istanza venga presentata dal 1° settembre al 31 dicembre di ogni anno scolastico. La scuola destinataria dell’istanza, entro il 28 Febbraio dell’anno successivo, svolgerà le verifiche delle dichiarazioni ed emetterà il decreto di ricostruzione a favore del richiedente. Sottolineiamo che senza la presentazione della ?dichiarazione dei servizi’, la domanda non può essere verificata.

Dopo aver effettuato l’accesso con SPID su Istanze Online, scorrendo la pagina, si trova la sezione “Richiesta ricostruzione carriera” e “Dichiarazione servizi”.

Le fasce stipendiali

In base all’anno di immissione in ruolo, le fasce stipendiali dei docenti vengono così distinte:

Per il personale immesso in ruolo prima del 01/09/2011:

  • 0 – 3 anni –> fascia 0
  • 3 – 9 anni –> fascia 3
  • 9 – 15 anni –> fascia 9
  • 15 – 21 anni –> fascia 15
  • 21 – 28 anni –> fascia 21
  • 28 – 35 anni –> fascia 28
  • 35 anni a fine servizio –> fascia 35

Per il personale immesso in ruolo dopo il 01/09/2011:

  • 0 –  9 anni–> fascia 0
  • 9 – 15 anni –> fascia 9
  • 15 – 21 anni –> fascia 15
  • 21 – 28 anni –> fascia 21
  • 28 – 35 anni –> fascia 28
  • 35 anni a fine servizio –> fascia 3

I gradoni stipendiali del Personale ATA sono:

  • 0-8,
  • 9-14,
  • 15-20,
  • 21-27,
  • 28-34,
  • 35 e oltre.

Calcolo dei servizi e riallineamento

Nella ricostruzione iniziale il servizio pre-solo ruolo viene valutato per intero nei primi 4 anni di servizio e per i 2/3 nel periodo eccedente. Al momento dell’aggiornamento, questo viene recuperato tramite il riallineamento.

Per verificare il riallineamento, che dovrebbe essere automatico allo scadere delle annualità previste, è necessario controllare il cedolino. Capita, però, che questo non scatti in automatico. In tal caso si può inviare una diffida, in quanto va tenuto a mente che la prescrizione del riallineamento è decennale, quinquennale ai fini economici.

C’è chi decide di ‘richiedere il riallineamento in anticipo’, ricorrendo in tribunale.