scrivania con computer
scrivania con computer

Nella relazione che accompagna il testo della Legge di Bilancio 2022, il governo svalorizza la funzione dei DSGA e segretari: le parole contenute nella relazione, infatti, sembrano non riconoscere il ruolo determinante che il Direttore dei Servizi Generali Amministrativi e il personale amministrativo svolgono. Da qui scoppia la polemica: di seguito il punto sulla questione.

Svalutazione del ruolo dei DSGA e segretari nella relazione della Legge di bilancio 2022

Divampa la polemica da parte dei DSGA e segretari e associazioni di categoria a seguito della diffusione della relazione sul testo della Legge di Bilancio 2022: in questa, infatti, l’aumento del FUN destinato ai dirigenti scolastici trova giustificazione nello scarso supporto che gli stessi riceverebbero dal mondo della segreteria. Nelle parti recriminate della relazione, infatti, si legge quanto segue: “il Dirigente Scolastico non riceve un idoneo supporto, sul piano giuridico, da parte dell’apparato amministrativo posto alle sue dipendenze”. Si prosegue affermando che “il supporto fornito dal personale di segreteria risulta spesso non adeguato”. Di certo queste affermazioni costituiscono una netta svalutazione della figura dei DSGA e segretari, senza il cui lavoro il sistema scuola non potrebbe funzionare.

La replica dell’associazione dei DSGA ANQUA

Arriva subito in un comunicato la replica dell’associazione dei DSGA ANQUA, che sottolinea la gravità della faccenda: una relazione illustrativa di una Legge di Bilancio elaborata dal governo, affermando il falso, ha offeso 55mila lavoratori, tra DSGA e segretari. L’associazione sottolinea che quotidianamente sia gli 8mila DSGA che i 47mila assistenti amministrativi supportano giuridicamente ed operativamente, in modo regolare, adeguato e idoneo il DS. Tutto ciò nonostante le grandi difficoltà dovute alle tante inadeguatezze del sistema, come organici non completi e copertura di posti, dovute a mancanze legislative e amministrative.

Pertanto, l’associazione di categoria pretende la correzione immediata della suddetta relazione e le scuse per DSGA e segretari: in caso contrario darà avvio alla protesta.

Per Turi ‘ingiustizie e offese professionali’ per DSGA e segretari

Orizzonte Scuola riporta le parole del segretario generale della UIL Scuola, Pino Turi: secondo lui, nella relazione alla Legge di Bilancio 2022, sono contenute ingiustizie e offese professionali per DSGA e segretari. Turi spiega che per retribuire l’indennità di posizione dei DS si prelevano fondi destinati alla valorizzazione dei docenti: si deve sì integrare il fondo destinato ai dirigenti, ma con soldi aggiuntivi, non tolti al personale docente. Continua dicendo che per giustificare questa distrazione di fondi si reputa inefficace il lavoro svolto da DSGA e segretari.

Turi chiede infine al ministro Bianchi di distanziarsi da quanto scritto sollevando dall’incarico gli autori della relazione: è compito suo infatti tutelare sia gli interessi della scuola, sia l’integrità morale dei suoi lavoratori. In caso contrario per il segretario generale sarà complicato intraprendere le trattative per il rinnovo del CCNL.