Green Pass a scuola

Sono al vaglio del Governo le ipotesi per la gestione del Covid nel periodo di Natale, in previsione di un aumento dei contagi: tra queste, la riduzione della validità di Green Pass e tampone. Sebbene al momento la situazione dei contagi in Italia sembri sotto controllo, non si può escludere che col calo delle temperature lo scenario cambi. In previsione delle festività natalizie, cosa si pensa di fare?

Natale 2021 e Covid: cosa ci aspetta?

Nel tentativo di arginare i contagi da Covid a Natale 2021, il Governo pressa tutti per fare la terza dose di vaccino. Ormai sembra chiaro che dalla seconda dose, la copertura sia abbassa drasticamente col trascorrere dei mesi. A dicembre toccherà alla fascia dai 40 anni in giù, e nei primi mesi del 2022, si conta di completare la copertura per le altre fasce d’età.

Nel frattempo, si vagliano le ipotesi su come rendere ‘più efficace’ il Green Pass. Si fanno sempre più insistenti le voci che vedono nuovamente la riduzione della validità della certificazione verde. Prima era 9 mesi, poi allungata a 12, e adesso potrebbe tornare a 9. Un tira e molla che piace poco e fa perdere fiducia nelle decisioni che vengono prese.

Sulla stessa scia di pensiero, si pensa di ridurre la validità dei tamponi. Il test molecolare scenderebbe da 72 a 48 ore e quello antigenico da 48 a 24 ore. E questa, forse, è la decisione più importante. Molti cittadini ricorrono al tampone per poter lavorare. Ridurne la validità significa raddoppiare i costi e complicare non di poco l’inizio della giornata lavorativa.

Sottolineiamo che sono ipotesi al vaglio, e non decisioni già prese.

Ci saranno misure per le feste?

Sulle misure per le festività natalizie 2021, Roberto Speranza ha dato le prime indicazioni. Nel corso della trasmissione Che tempo che fa, ha affermato: 

“Se continuiamo a insistere sui richiami per i vaccini e sulle prime dosi e comportamenti corretti, possiamo limitare il più possibile eventuali misure per Natale. Dipende dai nostri comportamenti e dalla campagna di vaccinazione”.

Le misure, quindi, ci saranno. Ma la gravità dipenderà dalla situazione dei contagi a dicembre. Forse dipenderà anche dal colore della Regione. Se dovessero esserci regioni in zona arancione e rossa, è possibile che il Natale sia ‘poco natalizio’.