Martello da giudice
Martello da giudice

Nella ricostruzione carriera del Personale ATA, il servizio a tempo determinato deve essere riconosciuto interamente. I Tribunali del Lavoro di Pistoia e Udine hanno emesso 4 nuove sentenze in favore di ricorrenti con Anief, e hanno computato tutto il servizio a tempo determinato che avevano svolto prima dell’immissione in ruolo. Il Ministero, dunque, dovrà immediatamente re-inquadrare il personale, corrispondendo loro le differenze retributive finora non riconosciute.

Personale ATA e ricostruzione carriera: in tribunale si ottiene giustizia

Anief ricorda che la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è varie volte pronunciata sulla questione della ricostruzione carriera. Al lavoratore a tempo determinato dovrebbero essere riconosciuti gli scatti di anzianità, che l’ordinamento italiano riserva solo ai lavoratori a tempo indeterminato. Questa costituisce una ‘disparità di trattamento’. Una delle sentenze di Pistoia,

condanna l’Amministrazione resistente, in sede di ricostruzione della carriera a collocare la ricorrente nella fascia stipendiale corrispondente a tutta l’anzianità di servizio maturata e a pagare alla ricorrente le differenze tra le somme che le sarebbero spettate ove fosse stata fatta una ricostruzione della carriera comprensiva di tutto il servizio effettivamente prestato prima dell’immissione in ruolo e quelle invece corrispostele nel periodo dall’immissione in ruolo all’attualità”.

Ata per troppo tempo dimenticati

Marcello Pacifico commenta: “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti dal nostro sindacato in favore del personale ATA perché questi lavoratori sono da troppo tempo “dimenticati” dal Ministero dell’Istruzione mentre si dovrebbe riconoscere loro la professionalità acquisita nel corso degli anni di lavoro al servizio dell’Amministrazione e dovrebbe essere restituita loro dignità con una retribuzione adeguata ai parametri attuali del costo della vita.”.

L’Anief ricorda che è possibile ricorrere. Si può ottenere il diritto all’integrale ricostruzione di carriera commisurata agli effettivi anni di servizio prestati con contratti a tempo determinato. E anche ottenere il corretto inquadramento stipendiale.