Cartelle colorate
Cartelle colorate

La proroga dei contratti Covid del personale ATA è uno degli argomenti più discussi del momento sulla scuola, dopo quello degli stipendi. Il personale interessato (circa 30mila persone) è in ansia per sapere come andrà a finire. La bozza della legge di Bilancio, arrivata in Parlamento, prevede la proroga solo per il personale docente. Eppure, è proprio il Personale ATA a dare il maggior aiuto in fase di emergenza. Com’è possibile che la proroga venga loro negata?

Proroga contratti Covid per il Personale ATA

La proroga dei contratti Covid per il Personale ATA, inizialmente era stata vista come una dimenticanza. Ma poi, nella bozza definitiva è stata confermata la loro esclusione. Una decisione incomprensibile e osteggiata da sindacati e forze politiche. La decisione finale, verrà presa in Parlamento. La lotta non è finita.

In tanti chiedono sui social se ci sono novità in merito. Proprio nelle ultime ore è giunta la notizia dello stato di agitazione proclamato dai sindacati. Tra le richieste, è inclusa la proroga dei contratti Covid per gli ATA.

Con tutte le voci che si son levate a loro favore, è difficile credere che il Governo tiri dritto su questa strada. Il personale ATA serve in questo momento di emergenza. E’ sugli ATA che ricade il peso maggiore della gestione delle scuole legata alla pandemia.

Organico Covid stabilizzato

Ma c’è di più. Anief non si limita a chiedere la proroga dei contratti ATA Covid: Pacifico parla della loro stabilizzazione in organico di diritto. La richiesta verrà presentata in Parlamento, insieme a quella della proroga fino al 30 giugno per tutti i contratti degli amministrativi e dei collaboratori scolastici.