INPS
INPS

Riscatto laurea, è disponibile sul sito dell’INPS un nuovo servizio online che potrà essere utili nella valutazione degli effetti del riscatto della laurea per fini pensionistici. Il servizio è disponibile nella sezione ‘Prestazioni e servizi & Servizi & Riscatto Laurea: un aspetto interessante è che non sono richieste le credenziali in quanto, come precisa lo stesso Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, le informazioni sono inserite in modo anonimo dall’utente e devono essere considerate come puramente indicative e orientative.

Se poi a queste informazioni dovesse seguire una presentazione formale della domanda di riscatto, l’INPS provvederà ad una comunicazione ufficiale (dietro verifica della contribuzione effettivamente versata dal soggetto e di altri dati).

Riscatto laurea, simulatore INPS: nuovo servizio online

Il nuovo servizio online INPS, ovvero il simulatore, è accessibile da tutti i dispositivi, fissi e mobili come PC, Notebook, smartphone o tablet: come spiega l’INPS, la nuova funzione permetterà di ottenere informazioni in merito alle varie tipologie di riscatto e sui relativi vantaggi fiscali oltre che visualizzare una simulazione orientativa del riscatto, della sua rateizzazione, della decorrenza della pensione (con distinzione tra pensione ‘con e senza riscatto) e del beneficio pensionistico derivante dal pagamento dell’onere.

Come detto poc’anzi, le informazioni, in un primo momento, saranno ‘generiche’: qualora l’utente volesse approfondire la questione potrà autenticarsi con le proprie credenziali ed interagire con il servizio, visualizzando i dati presenti negli archivi INPS. Nella stessa sezione con accesso riservato sarà, naturalmente, possibile inviare la domanda di riscatto all’INPS.

Al momento, la simulazione è a disposizione dei soggetti inoccupati e di coloro che rientrano interamente nel sistema di calcolo contributivo ma in seguito sarà introdotta una versione che integra il calcolo anche nei casi riguardanti periodi anteriori al 1996.
Per presentare domanda di riscatto online all’INPS, il soggetto deve avvalersi del servizio dedicato: per maggiori informazioni in merito alle modalità di invio, è possibile consultare la circolare INPS N. 46 del 22 marzo 2021.

Per accedere al nuovo servizio online INPS, ci si deve collegare a questo indirizzo.