Taglio stipendi
Taglio stipendi

Diremo addio al Bonus Irpef in busta paga nel 2022? Nei giorni scorsi son circolate voci sull’intesa che il Governo ha trovato sull’IRPEF, che riguarda principalmente le modifiche sull’aliquota Irpef. Ma fra le notizie si parla anche dell’eliminazione dell’ex bonus Renzi in busta paga. L’importo che inizialmente arrivava a 80 euro e poi era salito a 100, forse non sarà più presente il prossimo anno.

Riforma fiscale e Bonus Irpef: cosa cambia?

Come cambia, con la riforma fiscale, la busta paga dei lavoratori? L’effetto sarà positivo per i redditi medi e medio-alti, mentre gli interventi non modificheranno nulla per i redditi più bassi, quelli sotto i 15 mila euro. C’è da dire, però, che l’assegno universale farà un po’ da bilancia, favorendo proprio chi ha un piccolo reddito.

I nuovi scaglioni IRPEF, quindi, andranno a beneficio dei redditi medi. Ovvero, proprio quelli che usufruivano principalmente del bonus Renzi, che nel 2021 è diventato ‘taglio del cuneo fiscale’.

Addio al bonus ma incremento delle detrazioni

La riforma fiscale assorbe il bonus Renzi, o Irpef, di fatto eliminandolo. Va sottolineato che si tratta di anticipazioni e che nulla potrà esser certo fino alla pubblicazione della versione definitiva della Legge di Bilancio 2022.

Viene anche anticipato che la busta paga dei lavoratori verrà influenzata (stavolta in positivo) da altre agevolazioni e detrazioni per le varie fasce di reddito. Gli importi dovrebbero andare da 100 a 920 euro all’anno, in base allo scaglione di appartenenza.

CONSIGLIAMO: Goebbels. 11 tattiche di manipolazione oscura