open day
open day

Il Ministero dell’Istruzione con apposita circolare ha comunicato nei giorni scorsi le date entro cui è possibile effettuare le iscrizioni per ogni grado di istruzione: si apre infatti il periodo dell’orientamento per le famiglie e gli studenti che devono scegliere la scuola in cui continuare la propria formazione. I docenti sono impegnati in varie giornate di Open day: la loro partecipazione risulta obbligatoria o si effettua su base volontaria?

Dicembre e gennaio, tempo di Open day

Con una circolare del 29 novembre, il Ministero ha comunicato date e modalità con cui le famiglie possono effettuare l’iscrizione dei propri figli all’a.s. 2022/23: a partire dal 4 al 28 gennaio 2022 sarà possibile effettuare l’iscrizione per gli studenti di passaggio da un grado di istruzione all’altro. Tale iscrizione avverrà on line, tramite Spid, per la scuola primaria, secondaria di I e II grado, cartacea per l’infanzia.

Questo è quindi tempo di orientamento per gli studenti e per le loro famiglie: le singole scuole stanno organizzando le giornate di Open day. Le istituzioni scolastiche, infatti, accolgono i ragazzi soli o accompagnati dai propri genitori con l’obiettivo loro di far conoscere il proprio istituto. Docenti ed alunni frequentanti organizzano tour per mostrare e promuovere le attività formative e didattiche che si svolgono, gli spazi a disposizione, le metodologie didattiche usate. Relativamente alla secondaria di II grado gli insegnanti illustrano con attenzione gli indirizzi di studio offerti dalla propria scuola in vista anche di possibili sblocchi professionali.

I docenti sono obbligati a partecipare?

Spesso capita che le scuole organizzino l’orientamento strutturando più giorni di Open day. La maggior parte delle volte questi momenti si svolgono o durante il fine settimana, quando la scuola è chiusa all’utenza, o di pomeriggio: i docenti coinvolti quindi sarebbero impegnati al di là del proprio orario di servizio. Ma gli insegnanti hanno l’obbligo a partecipare o possono semplicemente “offrirsi volontari”?

In linea di massima gli insegnanti partecipano volontariamente, sotto richiesta del DS che invita loro a presentare la propria disponibilità. L’obbligatorietà alla partecipazione all’Open day scatta nel momento in cui il Collegio dei docenti delibera e verbalizza l’organizzazione dell’orientamento che la scuola intende effettuare: in questo caso le attività di orientamento rientrerebbero nel PTOF di istituto.  

Nella maggior parte dei casi, comunque, è la funzione strumentale preposta all’orientamento che organizza le giornate di accoglienza con la disponibilità volontaria dei colleghi, soprattutto se hanno classi di passaggio. Qualora previsto dal contratto integrativo di istituto, i docenti che prestano ore extra possono godere di “flessibilità oraria” con scambi di ore o recupero.