Sede del Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Concorso scuola dell’infanzia e primaria, parte oggi, lunedì 13 dicembre 2021, il nuovo concorso a posti comuni e di sostegno per il personale docente così come è stato disposto dal Decreto N. 498 del 21 aprile 2020. Il concorso, come è noto, ha carattere regionale ed è finalizzato alla copertura di 12.863 posti nelle scuole dell’infanzia e primaria.

Gli USR hanno provveduto a pubblicare gli avvisi riguardanti gli abbinamenti aule/candidati: considerando le numerose modifiche organizzative apportate, consigliamo i candidati di monitorare attentamente il proprio sito di riferimento per essere aggiornati di eventuali novità in merito. Il Ministero dell’Istruzione, poi, ha pubblicato un documento che riporta le istruzioni operative per lo svolgimento delle prove scritte.

Concorso scuola dell’infanzia e primaria, istruzioni operative del Ministero dell’Istruzione per la prova scritta

‘Per questa procedura di selezione per il personale docente – come si legge in apertura del documento – il disposto normativo ha previsto l’espletamento delle prove scritte con sistema informatizzato, quindi direttamente sul computer. Le prove si svolgeranno in 2 turni giornalieri, su tutto il territorio nazionale e in più giornate.  

In una stessa giornata, nella stessa aula, si potrebbero svolgere due differenti turni. Uno nella mattinata, dalle 9:00 alle 10:40 e uno nel pomeriggio dalle 14:30 alle 16:10.’

I documenti necessari

‘I candidati svolgeranno la prova nella regione richiesta al momento della presentazione dell’istanza di partecipazione, quale regione di destinazione.

I candidati che non ricevono comunicazione di esclusione dalla procedura, sono tenuti a presentarsi per sostenere la prova scritta, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità, del codice fiscale, della ricevuta di versamento del contributo di segreteria da esibire al momento delle operazioni di riconoscimento e della Certificazione verde Covid- 19.’ 

La mancata presentazione nel giorno, luogo e ora stabiliti, ancorché dovuta a caso fortuito o a causa di forza maggiore, comporta l’esclusione dalla procedura.’ 

Pertanto, non è prevista alcuna deroga, in caso di mancata presentazione nel giorno, luogo e ora stabiliti, nemmeno per eventuali provvedimenti legati a quarantena o isolamento per Covid. Una situazione che, purtroppo, si è già verificata nel recente passato e che ha costretto alcuni candidati a rivolgersi ai Tribunali per riuscire ad ottenere la possibilità di partecipare ad una prova suppletiva, prova a cui hanno potuto partecipare solamente coloro che hanno ottenuto, pertanto, un provvedimento giurisdizionale favorevole. 

Motivi di esclusione dalla prova

‘Durante la prova – come si continua a leggere nelle istruzioni operative diffuse dal Ministero dell’Istruzione – non è permesso ai candidati di comunicare tra loro verbalmente o per iscritto, ovvero di mettersi in relazione con altri, salvo che con gli incaricati della vigilanza o con i membri della commissione esaminatrice. 

I candidati non possono portare carta da scrivere, appunti manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie, telefoni cellulari e strumenti idonei alla memorizzazione o alla trasmissione di dati, salvo quanto eventualmente autorizzato dalla commissione nazionale di esperti. 

Il candidato che contravviene alle suddette disposizioni è escluso dalla procedura. Nel caso in cui risulti che uno o più candidati abbiano copiato, in tutto o in parte, l’esclusione sarà disposta nei confronti di tutti i candidati coinvolti. In questo caso si procederà all’annullamento della prova e il candidato verrà allontanato dall’aula’.

Qui di seguito, riportiamo il documento integrale pubblicato dal Ministero dell’Istruzione con la descrizione dettagliata delle istruzioni operative per lo svolgimento del concorso.

ISTRUZIONI OPERATIVE CONCORSO SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA