ricostruzione carriera

La domanda di ricostruzione carriera si può presentare dal 1° settembre (in concomitanza con la dichiarazione dei servizi) ed entro il termine del 31 dicembre di ciascun anno. Lo scopo è incrementare lo stipendio, in base al gradone stipendiale a cui si appartiene in base alla fascia di anzianità di servizio. La scadenza per l’anno 2021 è prossima: chi intende presentarla deve farlo adesso.

Ricostruzione carriera docenti e ATA 2021

La domanda per la ricostruzione carriera 2021 si presenta alla scuola di titolarità in via telematica, attraverso il servizio dedicato su Istanze Online. Dopo aver effettuato l’accesso con SPID su Istanze Online, scorrendo la pagina, si trova la sezione “Richiesta ricostruzione carriera” e “Dichiarazione servizi”.

Il personale di ruolo, attraverso questa istanza, richiede anche il riconoscimento dei servizi validi prestati prima dell’immissione nel ruolo di attuale appartenenza. Su questa questione, ricordiamo che il Ministero ne riconosce solo una parte, ma che i tribunali sono concordi nel dire che spettano per intero.

Una volta ricevuta l’istanza, entro il 28 Febbraio dell’anno successivo la scuola svolgerà le verifiche delle dichiarazioni ed emetterà il decreto di ricostruzione a favore del richiedente. Per la verifica, sarà necessario aver presentato la dichiarazione dei servizi.

Novità sulla ricostruzione carriera

Quest’anno è arrivata una novità sulla prescrizione della ricostruzione di carriera. Il limite di prescrizione imposto precedentemente, che era di 10 anni, è stato eliminato. Ma esiste sempre la prescrizione di 5 anni ai fini economici.

I docenti che hanno già presentato la domanda di ricostruzione carriera, possono valutare la possibilità di ottenere il riallineamento di carriera, trascorsi gli anni richiesti.