obbligo vaccinale
obbligo vaccinale

Arrivano altre direttive da parte del Ministero dell’Istruzione in riferimento all’obbligo vaccinale per docenti ed ATA entrato in vigore dal 15 dicembre scorso. La nota ministeriale di oggi 20 dicembre ha come oggetto specifico la deroga per chi non dovrà esibire il green pass in ambito scolastico.

Nota ministeriale del 20 dicembre sull’obbligo vaccinale a scuola

Oggi 20 dicembre il Capo dipartimento del Ministero Stefano Versari ha diramato la nota n.1929 con la quale ha inviato nuove altre direttive alle scuole. La comunicazione ha per oggetto “Obbligo vaccinale del personale scolastico – Specifica” e chiarisce per quali figure si prevede una deroga.  

Così recita la nota: “a specifica delle indicazioni fornite con nota di questo dipartimento n. 1927 del 17 dicembre 2021 e al fine di rispondere agli ulteriori quesiti pervenuti, si ribadisce che il decreto legge 26 novembre 2021, n. 172 non prevede deroghe all’obbligo vaccinale per il personale scolastico e che, dunque a prescindere dalle vicende contingenti che interessano i singoli rapporti di lavoro, la vaccinazione costituisce per tutto il personale della scuola, anche se assente dal servizio, requisito essenziale per lo svolgimento delle attività lavorative.

In ragione di quanto sopra, le procedura di verifica dell’avvenuta vaccinazione potranno non essere avviate soltanto nei confronti di coloro che non svolgono la propria prestazione di lavoro presso le istituzioni scolastiche perché prestano servizio presso altra amministrazione o ente, oppure perché fruiscono di aspettative o congedi che comportano l’astensione piena e continuativa dalle attività lavorative a scuola (per i motivi di assistenza e /o di cura familiare o per i motivi personali già richiamati nelle precedenti note di questo Dipartimento), oppure perché versano nelle condizioni di infermità, previste dalla normativa vigente e certificate dalle competenti autorità sanitarie, che determinano l’inidoneità temporanea o permanente al lavoro”.

Confusione nella scuola

Il 15 dicembre è scattato l’obbligo vaccinale per docenti e ATA. Il reale ultimatum si è avuto oggi, a decorrere dai 5 giorni dell’entrata in vigore della norma: solo al rientro dalla vacanze natalizie si conoscerà tuttavia il vero numero dei docenti che rimangono fermi sulle proprie posizioni. Ad oggi, si è visto un susseguirsi di note ministeriali che hanno fornito chiarimenti sulle procedure in merito da attuare nelle scuole: seconda la Gilda, tuttavia, questo successione di note crea confusione in uno stato già di caos e potrebbe incrementare il contenzioso tra i dirigenti e i lavoratori della scuola.