Riforma pensioni a rischio
Pensionati

Pensioni 2022: cambiamenti in vista anche per la Legge Fornero? Il premier Mario Draghi apre alla riforma. Ecco quali sono tutte le ultime novità a riguardo e cosa cambierà in futuro sul fronte pensionistico.

Il confronto tra governo e sindacati

Dopo l’incontro svoltosi lunedì 20 dicembre a Palazzo Chigi tra governo e sindacati, sono emerse ancora nuove prospettive sul fronte pensionistico.

L’esecutivo si dice, quindi, pronto ad aprirsi alla riforma senza però mettere a repentaglio la sostenibilità del sistema previdenziale nel medio e nel lungo periodo all’interno del contesto europeo.  

Ha inizio così una lunga serie di incontri, le cui date verranno appunto comunicate nel corso delle prossime ore, al fine di elaborare un calendario di consultazioni sui diversi ambiti della riforma.

In particolare, i temi su cui resta ancora da discutere saranno essenzialmente tre:

  • la flessibilità in uscita;
  • le pensioni complementari;
  • la precarietà giovanile.

Ad essere messa in discussione anche la Legge Fornero. Vediamo, quindi, cosa potrebbe accadere in futuro.

Pensioni 2022: cosa accadrà alla Legge Fornero?

Nel corso dell’ultimo incontro con il Governo, i sindacati sono tornati a ribadire la necessità di apportare delle modifiche alla Legge Fornero che ad oggi fissa a 67 anni la soglia dell’età pensionabile.

La proposta delle parti sociali prevedrebbe, di fatto, il superamento della misura attraverso una maggiore flessibilità in uscita, con la possibilità di andare in pensione dai 62 anni o con 41 anni di contributi a prescindere dall’età.

L’esecutivo, da parte sua, si è mostrato favorevole al dialogo, purché non venga messa a rischio la sostenibilità del sistema previdenziale.

“Finalmente apriamo il cantiere della riforma per arrivare alla revisione della Legge Fornero nella prospettiva di rendere il sistema più flessibile, più equo, più sostenibile”. Ha dichiarato il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra al termine della riunione.

“Si è deciso di aprire finalmente un cantiere per discutere della riforma della Legge Fornero“. Ha commentato, inoltre, il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri. 

Ad esprimersi positivamente sull’esito dell’incontro anche il Ministro del Lavoro Andrea Orlando. “Con i sindacati abbiamo avuto un confronto costruttivo sulla riforma delle pensioni. È l’inizio di un percorso attraverso il dialogo che continua, come ho sempre auspicato, e che può contribuire a far fare passi avanti per i diritti di lavoratrici e lavoratori”.