Il senatore della Lega, Mario Pittoni

Contratti supplenza personale ATAorganico Covid‘, sono particolarmente dure le affermazioni rilasciate dal vicepresidente della commissione Cultura a palazzo Madama, senatore Mario Pittoni (Lega) a proposito del limitato stanziamento, nell’ultimo testo della Legge di Bilancio, delle risorse a favore del prolungamento dei contratti.

Proroga contratti supplenza personale ATA organico Covid, Pittoni: ‘Impossibile non avvertire una contraddizione’

‘Impossibile non avvertire la contraddizione – esordisce Mario Pittoni – tra una classe politica pronta a parole a “evitare che l’esperienza della didattica a distanza si ripeta” e nei fatti, invece, il rischio di lezioni in presenza senza l’intero personale ATA Covid a suo tempo reclutato per far fronte all’emergenza sanitaria tutt’altro che superata, quando già mancano i docenti per sdoppiare le classi avendo finora ignorato qualsiasi progetto di stabilizzazione delle centinaia di migliaia di insegnanti che da una vita tengono in piedi il sistema.

Vogliamo credere – prosegue il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega – che siano stati davvero i tempi stretti della legge di Bilancio a ostacolare l’approfondimento di alcune scelte. Non si spiega altrimenti lo stanziamento per il personale ATA Covid limitato a 100 milioni di euro che, in base alla relazione tecnica allegata al maxi emendamento, nel periodo da gennaio a giugno 2022 coprirebbero solo 7.800 contratti, lasciandone fuori quasi il doppio o, in alternativa, costringono a ridurne la durata. 

La credibilità dell’impegno a favore delle lezioni in presenza – conclude il senatore della Lega – passa dall’assegnazione con il primo provvedimento utile delle risorse necessarie a coprire l’intero anno scolastico’.