Sede del Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Proroga contratti supplenze organico Covid, dopo un continuo susseguirsi di indiscrezioni e voci riguardanti il possibile prolungamento per tutti i contratti docenti e ATA ‘Covid’, la Legge di Bilancio 2022 che ha ricevuto il via libera in Senato, ha portato solamente tanta delusione a motivo di uno stanziamento insufficiente di risorse. Se per il personale docente, infatti, è stata disposta la copertura di tutti i contratti sino a giugno, per gli ATA si riusciranno, al momento, a coprire solamente 7800 contratti circa.

Proroga supplenze ATA organico Covid, il Ministero dell’Istruzione dovrà fornire le dovute indicazioni alle scuole 

Il testo della Legge di Bilancio passerà, nelle prossime ore, alla Camera dei Deputati per l’approvazione definitiva ma i tempi sono strettissimi: già domani, lunedì 27 dicembre 2021, scadranno i termini per la presentazione degli emendamenti. Entro il 31 l’OK definitivo.

Il sindacato ANIEF cercherà in extremis di ottenere un aumento delle risorse disponibili. Secondo una delle proposte di modifica che l’organizzazione sindacale guidata da Marcello Pacifico intende presentare alla Camera, si chiede di modificare il comma 326 portando il finanziamento da 400 a 800 milioni.

Anief ha così motivato tale proposta di modifica: ‘Il nuovo finanziamento intende coprire ulteriori 20 mila posti di organico docenti e 7.800 posti di organico ata, peraltro già attivati l’anno precedente nel primo quadrimestre di quello in corso, facendo seguito alle numerose segnalazioni ricevute dai Dirigenti Scolastici risulta necessario prevedere di estendere a tutto il personale (sia docente che ATA) già in servizio fino al 30 dicembre la proroga dei contratti istituiti per le finalità connesse all’emergenza.

Complessivamente si raggiungerebbero 40 mila unità di personale docente e 15.600 di personale ata, comunque, inferiori agli 80 mila autorizzati l’anno precedente quando i numeri di contagio erano nettamente inferiori e permetterebbero di valutare l’opzione in caso di numeri incontrollati di contagio di ritornate alla didattica al 50/70%.’

Come riporta anche ‘Orizzonte Scuola’, il Ministero dell’Istruzione sarà chiamato a fornire le opportune indicazioni alle segreterie scolastiche al fine di gestire al meglio la proroga dei contratti (con la speranza che i fondi a disposizione possano aumentare).

Alcuni contratti di supplenza organico Covid, infatti, sono già scaduti prima di Natale, gli altri scadranno il prossimo 30 dicembre ed è quanto mai urgente avere indicazioni precise su come dovranno essere gestiti. Anche confermando tutti i contratti sin qui stipulati, al momento, non vi è alcuna garanzia di copertura economica sino al prossimo mese di giugno.