Ffp2
Ffp2

La pandemia continua a dilagare e la curva dei contagi a salire: il governo ha già attuato nuove misure e in questi giorni si attendono altre direttive. L’esecutivo ha introdotto l’uso delle mascherine FFp2 per accedere a determinati servizi, come i mezzi di trasporto e il cinema, prima non necessario: oggi 3 gennaio si è raggiunto un accordo sul prezzo di vendita di tali sistemi di protezione pari a 0,75 centesimi ad unità.

Accordo raggiunto sul prezzo delle mascherine Ffp2

La variante Omicron continua impetuosamente la sua ascesa, diffondendosi con molto facilità e rapidamente. Al momento, per fortuna, non si dimostra aggressiva e la tendenza generale è quella di presentarsi come un brutto raffreddore: colpisce infatti maggiormente la gola piuttosto che i polmoni (almeno per i vaccinati con terza dose).  

Il governo Draghi per arginare il dilagare della pandemia ha introdotto nel giro di poco tempo nuove misure: il Decreto Natale tra le varie misure ha esteso l’obbligo di indossare le mascherine. A seguire il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri il 29 dicembre scorso ha introdotto un nuovo sistema per la gestione della quarantena e l’estensione dell’obbligo del green pass rafforzato per nuove attività: tra le misure anche l’impegno a calmierare il prezzo dei mezzi di protezione Ffp2.

Oggi 3 dicembre è arrivata l’intesa sul prezzo: come riportato da Sky Tg24, il commissario straordinario Figliuolo, il Ministero della Salute e l’Ordine dei farmacisti hanno raggiunto un accordo con le associazioni di categoria Federfarma, Assofarm e Farmacie unite. Il prezzo di vendita delle mascherine Fffp2 sarà di 0,75 centesimi ad unità. Dal momento in cui è entrato in vigore l’obbligo di indossare tale protezione sembra che il prezzo, prima poco più di un euro fino ai 2,50, sia aumentato.

Quando è obbligatorio indossarle

Ricordiamo che fino alla fine dell’emergenza sanitaria fissata al momento al 31 marzo 2022, è obbligatorio indossare le mascherine Ffp2 per le seguenti attività e contesti:

  • spettacoli aperti al pubblico, sia al chiuso che all’aperto
  • teatri, cinema, musei, locali di intrattenimento e di musica dal vivo
  • eventi sportivi sia al chiuso che all’aperto
  • mezzi di trasporto pubblici
  • impianti sciistici di risalita
  • durante il periodo di auto sorveglianza a seguito di contatto con soggetto risultato positivo
  • a scuola, per il personale scolastico dell’infanzia e negli altri gradi di istruzione se in presenza di alunni esentati dall’obbligo di indossare sistemi di protezione.