Coronavirus
Coronavirus

Il Governo ha stabilito nuove regole sulla quarantena. Per chiarire ulteriormente come si applicano sono state pubblicate delle FAQ ufficiali, che indicano come comportarsi se si è vaccinati e si ha avuto un contatto stretto con un positivo al COVID-19 . Ricordiamo che le regole sono valide dal 31 dicembre 2021, data in cui è entrato in vigore il decreto-legge n. 229.

Quarantena, nuove regole: FAQ del Governo

In base a quanto previsto dal Decreto, in caso di contatto stretto con un soggetto confermato positivo al COVID-19, la quarantena preventiva non si applica a coloro che:

  • hanno completato il ciclo vaccinale “primario” (senza richiamo) da 120 giorni o meno;
  • sono guarite dal COVID-19 da 120 giorni o meno;
  • hanno ricevuto la dose di richiamo del vaccino (cosiddetta “terza dose” o “booster”).

Le persone sopra menzionate, sono soggette a una auto-sorveglianza, e hanno l’obbligo di indossare le mascherine FFP2 fino all’undicesimo giorno dall’ultimo contatto col positivo.

È prevista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell’antigene Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto. Se il test viene effettuato presso centri privati abilitati, è necessario trasmettere alla Asl il referto negativo, anche con modalità elettroniche, per determinare la cessazione del periodo di auto-sorveglianza.

Altri casi

Che dire dei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni e con un green pass rafforzato valido? Se sono asintomatici, devono rispettare una quarantena di 5 giorni con obbligo di un test molecolare o antigenico negativo al quinto giorno.

I soggetti non vaccinati o che non hanno completato il ciclo vaccinale primario o che lo hanno completato da meno di 14 giorni, osservano la quarantena di 10 giorni dall’ultime esposizione, con obbligo di un test molecolare o antigenico negativo al decimo giorno.

Soggetti contagiati

I soggetti contagiati che hanno ricevuto la dose booster o che hanno completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni, osservano un isolamento ridotto a 7 giorni purché siano sempre stati asintomatici o risultino asintomatici da almeno 3 giorni e alla condizione che, al termine di questo periodo, eseguano un test molecolare o antigenico con risultato negativo.

Per la cessazione della quarantena è necessario l’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare. FAQ.

Ipotesi quarantena per la scuola

Al momento non c’è nulla di definito per la quarantena a scuola, ma l’ipotesi chiesta dalle Regioni è:

  • alle scuole elementari e alla prima media, nel caso di due studenti risultati positivi in una classe, solo auto-sorveglianza (5 giorni) per i ragazzi vaccinati e la quarantena di 10 giorni in Dad per i non vaccinati, con test al termine dell’isolamento.
  • nelle scuole dell’infanzia la quarantena di dieci giorni per tutti, con tampone con un solo caso positivo.

Si attende la comunicazione delle decisioni definitive nei prossimi giorni.