aula
aula

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviatoci dall’Ufficio Stampa del referente nazionale PSI scuola, università e ricerca, Luca Fantò.

‘Basta nascondere la polvere sotto il tappeto: il 10 si aprano le scuole’

“Ma quale slittamento – ha dichiarato il Presidente della Commissione istruzione, senatore del PSI Nencini – le scuole vanno riaperte il 10 gennaio senza mandare in DAD i bambini non vaccinati”.
In passato, all’inizio della pandemia, quando il personale scolastico non era vaccinato, quando gli alunni non erano vaccinati, quando non si conoscevano gli effetti dannosi della DaD, chiudere le scuole poteva avere un senso. Oggi no.

Oggi chiudendo le scuole servirebbe quanto gettare la polvere sotto il tappeto prima che arrivino gli ospiti. E invece si pensa di ridurre il danno impedendo ai giovani di andare a scuola e lasciandoli liberi di assembrarsi altrove.

Invece di ricorrere a semplicistiche e poco utili soluzioni bisognerebbe avere più assunzioni nei trasporti pubblici per controllare meglio, più assunzioni nel personale sanitario per curare di più, bisognerebbe dotare le scuole di impianti di aerazioni (oggi un lusso di pochi Istituti), bisognerebbe impedire per legge classi con più di 15 alunni e conseguentemente assumere docenti, fornire a tutti mascherine Ffp2 e soprattutto procedere alla vaccinazione obbligatoria. Bisognerebbe fare ciò che il PSI chiede da tempo. 

Luca Fantò
Referente nazionale PSI scuola, università e ricerca