Calendario
Calendario

Il nuovo decreto anti Covid, di prossima pubblicazione, contiene le nuove regole per il contenimento dei contagi: occorre tenere presente, però, che ci sono scadenze diverse per quanto riguarda l’entrata in vigore delle misure varate dall’esecutivo nei vari decreti. Facciamo, dunque, il punto della situazione per maggiore chiarezza.

Calendario delle nuove regole anti contagio, da quando scattano le misure e per chi

Cominciamo dalle misure che sono già entrate in vigore e che, dunque, devono essere già osservate dagli italiani. La prima è quella riguardante l’obbligo di mascherina all’aperto in tutto il territorio nazionale oltre all’obbligo di utilizzare la mascherina Ffp2 sui mezzi di trasporto locali e su quelli a lunga percorrenza. Già entrato in vigore, per tutti i lavoratori del settore pubblico e privato, il green pass cosiddetto ‘base’ ovvero quello rilasciato con un tampone antigenico valido 48 ore oppure molecolare valido 72 ore. In vigore anche l’obbligo vaccinale per il personale sanitario, scolastico, per le forze dell’ordine e i lavoratori esterni delle Rsa. 

Per bar e ristoranti al chiuso, obbligo di green pass rafforzato anche per il consumo al banco; green pass rafforzato anche per i luoghi dello spettacolo, palestre e piscine al chiuso. La capienza massima degli stadi all’aperto è stata ridotta al 50% dei posti disponibili, mentre al chiuso è stata portata al 35%. Le feste sono vietate sino al prossimo 31 gennaio. Per le persone guarite, previsto lo sblocco automatico del green pass. Le persone che risultano positive (asintomatiche) da 3 giorni, con tre dosi o due dosi da meno di 120 giorni, devono rimanere in isolamento per sette giorni e uscire con il test antigenicoomolecolare.

Per i positivi asintomatici l’isolamento è di dieci giorni e ne possono uscire con test antigenico o molecolare. Niente quarantena per i contatti stretti di una persona positiva se hanno due o tre dosi da meno di 120 giorni: in ogni caso sono tenuti ad utilizzare la mascherina Ffp2 per dieci giorni. Se la somministrazione è avvenuta da più di 120 giorni, il soggetto deve rispettare la quarantena di cinque giorni: la quarantena può terminare solo con tampone negativo. I soggetti non vaccinati devono andare in quarantena per dieci giorni: si esce con test antigenico o molecolare. 

Qualora la regione venga collocata in zona arancione, chi non possiede il green pass rafforzato non può spostarsi dal proprio comune di residenza se non per comprovati motivi di ‘lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune’; inoltre, non può accedere ai centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi; non può praticare sport di contatto; non può partecipare ai corsi di formazione in presenza; non può utilizzare gli impianti di risalita delle piste da sci. 

Regole in vigore dall’8 gennaio 2022

Dall’8 gennaio 2022 entra in vigore la novità più importante dell’ultimo decreto del governo, quella che riguarda l’obbligo vaccinale per gli over 50: prevista una sanzione di 100 euro per chi non adempirà a tale obbligo entro il prossimo 1° febbraio. Da domani, 8 gennaio, inoltre, obbligo vaccinale anche per il personale universitario equiparato a quello scolastico.

Dal 10 gennaio scattano altre misure

Dal 10 gennaio, previsto l’obbligo del green pass rafforzato per alberghi e strutture ricettive, per le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, per le fiere e per le sagre, per i servizi di ristorazione all’aperto, per i centri congressi, per le piscine, i centri natatori, i centri benessere anche all’aperto, le palestre e gli impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici. Green pass rafforzato anche per i servizi di ristorazione all’aperto, i centri culturali, sociali e ricreativi per le attività all’aperto, per gli aerei, i treni, le navi e il trasporto pubblico locale. Le regole saranno valide sino alla scadenza dello stato di emergenza (sinora fissata al 31 marzo). Partiranno, inoltre, le somministrazioni riguardanti la terza dose di vaccino per i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 15 anni. 

Le regole che entreranno in vigore dal 20 gennaio in poi

Dal prossimo 20 gennaio, previsto l’obbligo di green pass base per i clienti di parrucchieri, barbieri e  centri estetici. Dal 1° febbraio, invece, i lavoratori con un’età pari o superiore ai 50 anni saranno chiamati a dare almeno la prima dose perché dal prossimo 15 febbraio entrerà in vigore il green pass rafforzato per accedere ai luoghi di lavoro (fino al 15 giugno 2022). La misura riguarderà sia i lavoratori pubblici che quelli privati. Inoltre, il green pass base verrà esteso ai clienti degli uffici pubblici, servizi postali, bancari e finanziari e alle attività commerciali. Resteranno, comunque, esclusi i negozi alimentari, le farmacie e quelli che ‘soddisfano le esigenze essenziali e primarie della persona’.