Il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi
Il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi

Rispondendo alle polemiche delle ultime ore sulla riapertura della scuola in presenza il 10 gennaio, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi è intervenuto al TG3, affermando che la scuola è pronta. Ammette anche che c’è la possibilità che manchino docenti e ATA. Riportiamo di seguito le sue parole.

Riapertura, ‘c’è la possibilità che manchi personale’

Bianchi commenta: “La scuola è pronta, l’ha spiegato bene il commissario Figliuolo e tutti quelli che già da venerdì sono tornati in classe. Sicuramente siamo preoccupati, come tutti. Però abbiamo fatto un disposto come governo, approvato all’unanimità, che dà anche delle regole chiare per quelle situazioni precise e puntuali che richiedono anche la distanza. Però in principio di base si torna a scuola domani.

C’è la possibilità che manchi personale, noi abbiamo dato 400 milioni per rinnovare il personale e per il potenziamento, proprio legato al Covid, sono 35 mila i docenti e altrettanto personale tecnico in più”.

Gli aggiornamenti per ogni regione.

La petizione.