scuolabus
scuolabus

Le scuole riaprono e per molti studenti si ripresenta il problema del tragitto casa-scuola: il Ministero della Salute, su proposta del Ministero dei Trasporti, ha emanato un’ordinanza per disciplinare il trasporto degli scuolabus. Anche gli studenti sopra i 12 anni potranno usufruire dei trasporti dedicati con il solo utilizzo della mascherina FFp2. Di seguito il provvedimento pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Ordinanza del Ministero della Salute anche per gli scuolabus

Con la riapertura delle scuole, ritorna il problema per molti studenti su come raggiungere da casa gli istituti che frequentano e viceversa: faccenda delicata, se si pensa che proprio il trasporto pubblico potrebbe costituire un’occasione molto pericolosa di contagio, visto l’elevato numero di utenti che si ritrovano sui mezzi. Per questo motivo, per i mezzi di trasporto, il governo Draghi ha disposto apposite misure restrittive con l’obbligo del green pass rafforzato da ieri 10 gennaio.

Dietro proposta del Ministero dei Trasporti, tuttavia, il Ministero della Salute, il 9 gennaio, ha emanato un’ordinanza pubblicata ieri, 10 gennaio, in GU per gestire il trasporto scolastico dedicato: fino al 10 febbraio anche gli studenti over 12 potranno accedere agli scuolabus senza green pass ma solo indossando la mascherina FFp2. Inoltre, solo per motivo di studio e di salute, per spostarsi da e verso le isole minori gli utenti potranno esibire la certificazione verde base e non rafforzata: la disposizione è in vigore fino al 10 febbraio.

Più precisamente si prevede il green pass base per “l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico per gli spostamenti da e per le isole minori e della Laguna di Venezia per documentati motivi di salute e di frequenza, per gli studenti di età pari o superiore ai 12 anni, dei corsi di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado fermo restando l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2″

Le motivazioni dell’ordinanza

Il testo stesso dell’ordinanza spiega le motivazioni che hanno portato il Ministero delle Salute ad accogliere la proposta del Ministero dei Trasporti disponendo tali misure transitorie: garantire la continuità didattica a tutti gli studenti over 12 che usufruiscono degli scuolabus, per cui la campagna di vaccinazione prima-seconda dose continua e per la booster si è da poco aperta. Nello stesso modo, permettere a tuti coloro che abitano nelle isole minori  e lacunari, che per motivi di studio e cure hanno la necessità di spostarsi di farlo, in attesa di vaccinarsi.

Si mostra soddisfatto il Ministro dei Trasporti Giovannini: “Il governo, decidendo di posticipare l’adozione del green pass rafforzato per l’accesso al trasporto pubblico per le isole e per i trasporti scolastici dedicati, risponde alle richieste dei territori e conferma la priorità assegnata alla scuola in questo momento di recrudescenza dei contagi”.

Testo dell’ordinanza in GU