Nota USR Liguria N. 196 del 10 gennaio 2022
Nota USR Liguria N. 196 del 10 gennaio 2022

TFA sostegno, l’Ufficio Scolastico Regionale della Liguria ha pubblicato, in data 10 gennaio 2022, la Nota N. 196 avente come oggetto ‘Effettuazione del tirocinio in deroga all’Elenco regionale delle Istituzioni accreditate per il tirocinio ai sensi dell’art. 12 comma 3 del D.M. n. 249/2010 e del D.M. n. 93/2012 (Scienze della formazione primaria, Specializzazione sul sostegno e CLIL)’.

TFA sostegno, Nota N. 196 del 10 gennaio 2022 su effettuazione tirocinio in deroga presso scuole non accreditate

Nella Nota in questione si fa riferimento al DM. N. 93 del 30 novembre 2012 dove sono indicate le modalità di accreditamento delle Sedi di svolgimento dell’attività di tirocinio: inoltre, nel medesimo decreto, sono riportati i criteri per la predisposizione dell’elenco delle Istituzioni del Sistema nazionale di istruzione accreditate ad accogliere nella fase di tirocinio gli iscritti a percorsi universitari di formazione iniziale degli insegnanti

L’USR Liguria sottolinea come, annualmente, si provveda a selezionare e ad inserire in un apposito elenco regionale le Istituzioni scolastiche dotate dei requisiti previsti per lo svolgimento del tirocinio. 

Gli iscritti ai percorsi universitari in parola, in accordo con i rispettivi tutor, faranno riferimento all’Elenco regionale per la scelta della struttura ospitante e la stipula della prescritta convenzione. Per coloro che hanno in essere un contratto di insegnamento presso un’istituzione scolastica – spiega la Nota dell’USR Liguria – è prevista la possibilità di derogare l’obbligo di avvalersi degli elenchi delle Scuola accreditate, secondo quanto disposto dall’art. 6 del sopracitato DM. N. 93 del 30 novembre 2012.

Di fatto, viene consentita l’attivazione dei tirocini nelle Istituzioni scolastiche in cui si presta servizio in qualità di docenti con contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato per supplenza annuale o sino al termine delle attività didattiche

La procedura

Pertanto, gli insegnanti in formazione interessati alla procedura in deroga, presenteranno istanza al Dirigente scolastico della scuola di servizio tramite il modulo di cui all’allegato C al fine di potervi svolgere il tirocinio. L’accoglimento della domanda è subordinato alla disponibilità di tutor dei tirocinanti presso la relativa istituzione. L’istanza di cui sopra dovrà specificare la tipologia di insegnamento per la quale si intende svolgere il tirocinio e sarà sottoscritta anche dal tutor universitario competente. 

Qualora la richiesta risulti accoglibile, il Dirigente scolastico individuerà il tutor accogliente tra i docenti a tempo indeterminato in servizio presso l’istituzione scolastica che svolgono l’insegnamento corrispondente e sono in possesso dei requisiti previsti dal DM 8 novembre 2011, provvederà a compilare il modello B allegato e a inserirlo nella sezione “Scuole accoglienti” della piattaforma https://moodle.istruzioneliguria.it/ unitamente alla documentazione richiesta: 

  • – CV del tutor; 
  • – dichiarazione di disponibilità ad espletare l’incarico; 
  • – istanza del tirocinante. 

Nell’Allegato A sono contenute le istruzioni per l’uso della piattaforma. 

La deroga si intenderà concessa qualora, entro 10 gg dall’inserimento in piattaforma, non giunga espresso diniego dall’USR. Il tirocinio potrà così essere attivato a seguito di convenzione con la struttura universitaria responsabile del percorso formativo. 

Come indicato nella Nota N. 3214 del 30 gennaio 2015, nel caso in cui un candidato, iscritto presso un’istituzione accademica della regione Liguria, svolga il proprio servizio, a tempo indeterminato o determinato con termine del contratto al 31 agosto o al 30 giugno, in altra regione, è opportuno, al fine di facilitare la frequenza delle attività di tirocinio, che lo stesso possa effettuarle presso la sede di servizio, qualora possibile, ovvero presso una istituzione scolastica viciniore. In tal caso si seguirà una procedura analoga a quella sopra descritta, interessando l’Ufficio Scolastico regionale competente per territorio.

NOTA

ALLEGATI