Nota USR Toscana N. 437 del 13 gennaio 2022
Nota USR Toscana N. 437 del 13 gennaio 2022

L’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana ha pubblicato in data odierna, 13 gennaio 2022, la Nota N. 437 recante come oggetto ‘Ordinanza di Regione Toscana n. 2 del 10 gennaio 2022 e indicazioni operative per il funzionamento delle attività didattiche in DDI’. Nella nuova Circolare si fa riferimento all’applicazione dell’Ordinanza in oggetto alla luce dell’attivazione del servizio di Didattica Digitale Integrata.

Attivazione DDI in Toscana, Nota USR N. 437 del 13 gennaio 2022

Nella nuova Nota si fa riferimento all’Ordinanza regionale N. 2 del 10 gennaio, dove si dispone che, in mancanza della trasmissione del provvedimento di fine isolamento da parte dell’ASL competente, ove trascorse 24 ore dall’esito del tampone negativo, il referto positivo del tampone iniziale e quello negativo finale, sostituiscono il suddetto provvedimento di termine isolamento.

L’USR comunica che si è provveduto a richiedere al sistema sanitario regionale ulteriori specificazioni. In attesa del ripristino a pieno regime delle procedure automatizzate e degli aggiornamenti eventualmente previsti da Regione Toscana, nella logica semplificatoria e “de burocratizzante” che guida l’ordinanza stessa, vengono proposte le seguenti osservazioni.

Personale dipendente

Per il personale, in possesso del referto di tampone negativo, il rientro in servizio avviene quando è concluso il periodo di malattia attestato dal certificato del MMG. 

Alunni

Per l’alunno assente per provvedimento di isolamento, al fine della sua riammissione in classe in mancanza di certificazione erogata a cura dei competenti organismi del SSR, visto che l’istituzione scolastica non è titolata a trattare dati sanitari, si propone un’ipotesi di dichiarazione sostitutiva che si allega, pur facendo rinvio alle valutazioni discrezionali delle SSLL in ordine all’eventuale opportunità di adottare tale soluzione organizzativa al fine di garantire comunque la regolarità formale del rientro nella comunità scolastica. 

Attivazione DDI

In merito all’attivazione della DDI, viene ricordato che questa può essere attivata solo per motivi inerenti alla patologia Covid-19 e non per altre situazioni. ‘È parere dello scrivente – si legge nella Nota – che, oltre alle situazioni determinate dalla condizione gestionale della classe in relazione alle disposizioni ministeriali, il collocamento in DDI possa essere valutato per singoli casi diversi da quelli disposti normativamente considerando la prioritaria necessità di garantire il più possibile il diritto allo studio. 

La fruizione del servizio di DDI, per l’alunno in situazione di isolamento per positività accertata al Covid19, può avvenire solo se le condizioni di salute dell’alunno stesso lo permettano. Le famiglie dovranno pertanto essere invitate a prestare la massima attenzione allo stato di salute prima di procedere alla richiesta di fruizione del servizio. Si rimanda quindi alla valutazione della famiglia, supportata dal parere del medico di base o del pediatra, la possibilità di farne o meno richiesta. Ciascuna istituzione scolastica potrà quindi attivarla secondo le modalità specifiche previste dai protocolli di attivazione della DDI vigenti nell’istituzione stessa’.

NOTA USR TOSCANA